In consiglio comunale l'altra sera si è tornato a discutere dei contributi alle associazioni di Rivarolo Canavese. In particolare del contributo che il Comune ha elargito agli «Amici del Castello» per organizzare una giornata di sport e un concerto musicale nel parco Malgrà. Contributo di oltre 4000 euro, decisamente fuori scala, secondo le opposizioni, visto il tenore della manifestazione. «I soldi vanno solo ad alcune associazioni, ad altre no - dice Aldo Raimondo di Riparolium che il problema lo aveva sollevato già qualche settimana fa - forse sarebbe il caso di essere più equi. Qui ci si lamenta sempre che la coperta è corta ma vedo che non emergono difficoltà a dare contributi sempre ai soliti amici».
 
Riferimento agli amici del castello che, oltre ai 4000 euro per una sola giornata di eventi, riceveranno dal Comune altri 3000 euro per gli altri eventi promossi durante l'anno. Eventi che, come cita la delibera del Comune, avrebbero portato al castello 4700 visitatori tra maggio e ottobre (circa 780 al mese). Contributi di oltre 7000 euro, dunque, al netto dell'opinabile successo degli eventi (a vedere i LEGO di San Giorgio sono andate 5200 persone in due giorni...).
 
«I soldi non si danno a tutti ma solo a quelle associazioni che si propongono - ha risposto in consiglio l'assessore Costanza Conta Canova - non si danno soldi agli amici. Si danno contributi ad associazioni che propongono cose utili alla città». Parole che hanno sollecitato la reazione del consigliere Marina Vittone: «La Festa dello sport non è stata affidata a nessuna associazione sportiva della città. E poi c'era anche una parte commerciale e musicale. Alcuni eventi hanno una ricaduta limitatissima sul territorio eppure ottengono dei contributi pubblici. Alcune associazioni, invece, sono brave a raccogliere i fondi da sole ma il Comune gli fa pagare anche la tassa rifiuti. Non c'è equità, ci sono associazioni di serie A e di serie B».

Galleria fotografica

Articoli correlati