Un’azione comune per sbloccare, sulla ex statale 460, i lavori della tanto attesa rotatoria in borgata Vittoria. Via libera del Comune di Rivarolo alla mozione, presentata da «Rivarolo sostenibile», che impegna l’amministrazione a riprendere l’iter per la modifica della viabilità. Iter che si incredibilmente bloccato dopo che il cantiere è stato finanziato dalla Regione. La Provincia di Torino, infatti, per non sforare il patto di stabilità, ha dovuto rinviare l’opera. I soldi, al momento, sono spariti.

La rotonda sulla 460 è attesa da oltre trent’anni dagli abitanti della borgata (che l’altra sera erano presenti al consiglio comunale di Rivarolo) anche perché l’attuale incrocio, teatro di decine di incidenti, è l’unico svincolo per raggiungere il centro abitato di Bosconero. La maggioranza del sindaco Rostagno ha chiesto e ottenuto di stralciare, nella proposta del consigliere Marina Vittone, la parte relativa al «contributo economico a carico del Comune di Rivarolo» dal momento che la strada è provinciale e sarà quindi impossibile, per l'amministrazione locale, partecipare alle spese per la realizzazione della rotonda.

«E’ solo un primo passo avanti – ha commentato il sindaco Alberto Rostagno – ma spero che possa essere decisivo per sbloccare i lavori». Soddisfatta anche Marina Vittone: la sua proposta, alla fine, è passata all’unanimità. A metà settembre i residenti della borgata e quelli di Bosconero, dopo una sequela impressionante di incidenti, avevano bloccato la 460 per protesta. Ora la stessa mozione di Rivarolo dovrà essere approvata dal Comune di Bosconero  per poi passare al vaglio della città metropolitana.

Galleria fotografica

Articoli correlati