Il Comune di Rivarolo continua a essere un comune virtuoso: riesce a pagare i fornitori in media in 20/25 giorni. Tuttavia c'è un campanello d'allarme che riguarda il pagamento delle tasse. Lo ha reso noto il sindaco Alberto Rostagno nella conferenza stampa di fine anno. «Stiamo lavorando alla costruzione del nuovo bilancio 2020, operazione non facile per vari motivi, non ultima la legge di bilancio statale e i sempre più numerosi cittadini che per i più svariati motivi, alcuni comprensibili, altri meno, non pagano le tasse comunali o le pagano solo dopo controlli e ingiunzioni».

 

Anche per questo motivo l'amministrazione investirà ancora nelle politiche sociali, strumento fondamentale per garantire le fasce più deboli, in modo particolare quando le certezze di una vita entrano in crisi per la perdita del posto di lavoro o per difficoltà familiari. «Operiamo per mettere al centro di ogni progetto le persone, la dignità delle persone - dice il sindaco - nel 2019 è stato aperto il centro famiglie presso i locali ex scuderie del Castello Malgrà, dal Ciss 38 in sinergia con l’amministrazione comunale che entrerà nel corso di quest’anno a pieno regime. Siamo riusciti a dare risposte alle tante situazioni di disagio che man mano nel corso dell’anno ci sono state segnalate. Continua il progetto dei nonni vigili, con valenza sociale, con la scelta di utilizzare nel servizio solo persone con effettiva necessità economica, progetto realizzato in collaborazione con il CISS 38 per il progetto di restituzione sociale». 

 

Nel 2020 sono previsti nuovi progetti: «Abbiamo portato i servizi sociali e lo faremo, con nuovo impulso nel 2020, là dove c’è una maggiore necessità come nelle periferie, al quartiere Bicocca - spiega Rostagno - a tal proposito ringrazio il consigliere Sara Servalli e le associazioni come Caritas, Sant’Egidio, il Gruppo Scout di Rivarolo, l’Atc e i volontari che si sono prodigati per risistemare e rendere meno angusto e più confortevole il salone comune dei palazzi di via Bicocca. Sono in programma tante iniziative nel prossimo anno, utilizzando il rinato salone per eventi non solo ludici e sociali, ma anche culturali». (Marco Mussini)

Galleria fotografica

Articoli correlati