Il 22 marzo 1945, lungo il muro perimetrale del cimitero di Argentera, venivano fucilati dai fascisti il Tenente Renzo Scognamiglio, il Sergente Maggiore Mario Porzio Vernino, Antonio Uligini, Sergio Tamietti e Alessandro Bianco, partigiani della VI Divisione Alpina “Giustizia e Libertà”. Questa mattina, come ogni anno, i bimbi della scuola primaria di Argentera e le autorità della città di Rivarolo, hanno reso omaggio ai partigiani. Al cimitero della frazione, dove è stata posta la lapide che ricorda il sacrificio dei cinque ragazzi, sono intervenuti i rappresentanti dell'amministrazione comunale. Poi bimbi e insegnanti della scuola di Argentera hanno ricordato i partigiani con letture e canti. Dopo la cerimonia al camposanto, il corteo fino alla chiesa di San Grato dove è stato deposto l'omaggio floreale alla lapide dei caduti. La manifestazione è stata promossa dalla sezione Anpi di Rivarolo Canavese, Favria e Oglianico. Presenti alla commemorazione i sindaci di Rivarolo, Alberto Rostagno, e Valperga, Gabriele Francisca.

Galleria fotografica

Articoli correlati