Inizio col botto per l'Unitre di Rivarolo Canavese-Favria-Feletto che giovedì ha dato il via al suo quindicesimo anno accademico con la bella conferenza di Piero Bianucci dedicata allo spazio, dal titolo «Quando diventammo extraterrestri. Mezzo secolo dal primo sbarco sulla Luna». Scrittore e giornalista scientifico, Piero Bianucci è editorialista a "La Stampa", quotidiano dove per 25 anni ha diretto il settimanale "Tuttoscienze", e collabora con la radio-tv italiana e svizzera. Ha scritto una trentina di libri di divulgazione dedicati all'astronomia, alla questione energetica, alle scienze della Terra, alle telecomunicazioni e alle tecnologie di uso quotidiano. Aula magna gremita per Bianucci: in prima fila il sindaco Alberto Rostagno, l'assessore Costanza Conta Canova e il consigliere Guido Novaria. Oltre, ovviamente, ai vertici dell'Unitre: il presidente Giacomo Antoniono e il direttore dei corsi Pippo Poli.

«Ogni nuovo Anno Accademico nell’ambito della programmazione, si cerca sempre di mantenere un livello costante nelle tematiche, inserendo nuove esperienze e confermando sempre un elevato livello culturale e divulgativo dei corsi, dei laboratori e delle diverse attività. La serietà, la preparazione e l'alta competenza dei Docenti, caratterizzano una elevata impronta culturale alla nostra sede, ne fa fede il consistente numero di allievi sempre più coinvolti e partecipanti», dice Antoniono.

«La prima sensazione che ha generato in me il rendersi conto che siamo alla quindicesima stagione della nostra avventura culturale è stata quella di una gioiosa e gratificante sorpresa - dice invece Pippo Poli - ho fatto, subito dopo, il calcolo di quale fosse la mia età all’epoca in cui un gruppetto di volenterose e permettetemi di dire “illuminate” persone aveva imbastito quella che oggi è una bella officina di cultura. Risultato: ...mamma mia! Ma di nuovo, un pensiero che riverbera soddisfazione e contentezza».

Galleria fotografica

Articoli correlati