Alla (ri)scoperta della storia di Rivarolo Canavese attraverso la toponomastica. Grazie alla disponibilità del personale dell'ufficio anagrafe, da oggi, 10 febbraio, chi richiederà un certificato di residenza, uno stato di famiglia o qualsiasi altro documento indicante l'indirizzo di casa, riceverà anche una scheda con tutte le notizie relative a chi è intitolata la via, piazza o vicolo dove risiede. Si tratta di un'iniziativa del Comune per diffondere una cultura storica tra i residenti. Un modo pratico (e a costo praticamente zero) per recuperare frammenti di storia cittadina.
 
«Inizieremo dalle vie meno conosciute - spiega il consigliere delegato alla memoria, Guido Novaria, ideatore del progetto - un'iniziativa rivolta a tutti, un modo per far conoscere la storia cittadina attraverso i certificati d'anagrafe». Le schede dei personaggi sono tratte dal libro «Rivarolo fra vie, piazze e vicoli» realizzato dallo storico Riccardo Poletto e, oggi, praticamente introvabile. Sono numerose le intitolazioni che riportano personaggi che hanno legato il loro nome a quello di Rivarolo. Alcuni anche non troppo noti.

Galleria fotografica

Articoli correlati