In vista del primo consiglio comunale di Rivarolo Canavese post giuramento, c’è aria di polemiche sull’aumento dei consiglieri che saranno nominati nelle commissioni permanenti del Comune. Dovrebbero essere addirittura dodici. Il Movimento 5 Stelle ha già una sua proposta: il “voto ponderato”.
 
«La partecipazione alle Commissioni è il mezzo più opportuno che le opposizioni hanno per conoscere le intenzioni dell’Amministrazione, sviluppare e approfondire le tematiche che vengono affrontate e collaborare apportando miglioramenti, idee ed opinioni – fanno sapere dal Movimento - ovviamente la presenza di tutte le forze di minoranza comporterebbe, da regolamento, il bilanciamento con un elevato numero di membri della maggioranza facendo diventare le commissioni stesse dei piccoli consigli». 
 
Per ovviare al problema il Movimento 5 Stelle, presente a Palazzo Lomellini con il consigliere di minoranza Alessandro Chiapetto, proporrà l’adozione del “voto ponderato”, sistema che prevede che alla votazione partecipi per conto del gruppo consiliare un solo commissario, delegato dal gruppo stesso, il quale esprime tanti voti quanti sono i consiglieri comunali del gruppo che rappresenta. Tale tipologia di voto è già utilizzata in diversi comuni e dovrebbe essere di semplice adozione modificando velocemente il regolamento delle Commissioni. 
 
Chiapetto ci tiene a sottolineare che «rinuncerà a qualsiasi gettone di rimborso, sia quello relativo alle Commissioni permanenti sia quello per la presenza in Consiglio Comunale». Il Movimento ritiene opportuno destinare gli emolumenti derivati dal lavoro svolto per la comunità a scopi di utilità sociale e di sussistenza ai concittadini in stato di disagio. «Chiederemo al sindaco Rostagno di verificare la possibilità di creare un fondo apposito sul quale far versare, direttamente dal Comune, quanto dovuto al consigliere che ne chieda facoltà – dicono dal Movimento 5 Stelle di Rivarolo - ovviamente speriamo che anche altri esponenti dei vari gruppi politici scelgano di seguirci e appoggiare questa scelta».

Galleria fotografica

Articoli correlati