Addio rotondina al fondo di via della Lumaca. Su corso Torino, dopo anni di assenza, tornerà il semaforo. E' questa l'indicazione dell'amministrazione comunale di Rivarolo Canavese per eliminare un potenziale pericolo sull'asse più trafficato della città, dove la «rotondina» provvisoria è rimasta regolarmente in uso per tanti anni. Troppi, secondo l'attuale amministrazione, che ha deciso di rivedere quel tratto di viabilità con una soluzione in controtendenza. La rotondina (pericolosa per gli automobilisti ma anche per pedoni e ciclisti) sarà sostituita da un semaforo. I lavori andranno di pari passo con quelli all'inizio di via della Lumaca (all'incrocio con via Favria) teatro del tragico incidente costato la vita alla giovane Elisa qualche mese fa. 
 
Ma se all'incrocio nord il semaforo sarà solo aggiornato e verranno realizzate delle isole salva-pedoni per evitare ulteriori incidenti, a sud, dove via della Lumaca finisce su corso Torino, il Comune cambierà totalmente l'assetto dell'incrocio. «Gli studi confermano che le rotonde di quelle dimensioni non servono, specie se nelle vie di immissione si registrano flussi di traffico molto differenti», spiega l'assessore Lara Schialvino. Che è poi quello che effettivamente succede sulla rotondina. Da qui l'idea di procedere all'installazione di un semaforo. «Sarà posizionato in modo da gestire sia il traffico di via della Lumaca, sia quello di corso Torino. Con un pulsante a chiamata per ciclisti e pedoni».
 
Non sarà, però, un semaforo «semplice». «Seguendo l'esempio di altre città ben più grandi, come Parma, abbiamo deciso di installare un semaforo dinamico che andrà a mettere in sicurezza quell'incrocio - conferma l'assessore - un semaforo intelligente, dotato di sensori in grado di leggere il traffico in tempo reale e, a seconda dei flussi, diventare verde dove serve. In questo modo non si dovrebbero formare code sul corso o in via della Lumaca». L'impianto, insomma, sarà in grado di rilevare automaticamente il traffico e di gestirlo senza ingorghi. In Consiglio comunale il ritorno al semaforo è stato criticato dall'ex sindaco Fabrizio Bertot.

Galleria fotografica

Articoli correlati