In vista delle prossime amministrative a Romano Canavese, scende in campo la lista «Il paese» che candida a sindaco Roberto D’Errico. Imprenditore nel settore informatico, 61enne, vanta già un’esperienza lunga tre mandati come amministratore pubblico a Romano, all’epoca dei sindaci Laini e Calvo, e si presenta alla testa di un gruppo che è al lavoro da più di un anno per la definizione del programma elettorale.

«La nostra lista è prettamente civica ed è stata assemblata scegliendo persone per le loro competenze professionali, più che per la loro esperienza amministrativa – spiega D’Errico – In più, rappresentano perfettamente il nostro territorio, visto che cinque candidati consiglieri sono di Romano e gli altri cinque di Cascine. In quest’ottica di unità e di rappresentanza del territorio, abbiamo voluto rappresentare nel nostro logo i due monumenti simbolo, quali la chiesa di Cascine e la torre di Romano».

Il gruppo de «Il paese» ha infatti giocato d’anticipo e ad un mese dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste ha già definito la rosa dei candidati. Si tratta di: Claudia Scavino, 52 anni, impiegata; Emanuele Tolomio, 31 anni, commerciante; Fabio Guido, 44 anni, geometra; Fabrizio Di Feo, 36 anni, consulente nel settore metalmeccanico; Giorgia Furlan, 20 anni, studentessa; Mario Ciavaglia, 69 anni, pensionato; Mattia Cretaz, 27 anni, tecnico specializzato in lavorazioni meccaniche; Domenica «Nuccia» Vaccaro, 76 anni, casalinga; Valter Fenocchio, 57 anni, sorvegliante ex-Olivetti, e Rocco Firenze, 47 anni, dipendente pubblico.

«E’ una squadra coesa, che ha condiviso un’idea di sviluppo e prospettive per il nostro paese – continua il candidato sindaco – Nel nostro programma non ci sono sogni e voli pindarici, ma obiettivi concreti realizzabili nei prossimi cinque anni. L’obiettivo primario per noi, se saremo eletti alla guida della città, sarà quello di porre le condizioni per attrarre sempre più attività sul nostro territorio. Per farlo, dovremo innanzitutto puntare sull’informatizzazione, attivando nuovi servizi utili sia alle imprese che ai cittadini. Per le prime pensiamo alla creazione di un portale web per le attività presenti sul territorio, con la possibilità di dare più visibilità e offrire occasioni per utili sinergie. Dall’altra parte pensiamo all’apertura di uno sportello informatizzato per i cittadini, dove poter ottenere servizi e certificati che sono disponibili on line, evitando così disagi e perdite di tempo. Sarà necessario poi reperire i finanziamenti per rinnovare e migliorare gli impianti sportivi, così come sarà investire nella valorizzazione del centro storico».

La lista «Il paese» ha aperto le danze della campagna elettorale, in attesa della discesa in campo degli altri competitor, che, secondo i rumors, potrebbero essere addirittura quattro. E di questi tempi sarebbe un piccolo record, visto che Romano conta appena 2700 abitanti.

Galleria fotografica

Articoli correlati