SALERANO - Venerdì scorso, l’Assessore alla Gentilezza dei grandi Margherita Maina e l’Assessore alla Gentilezza dei bambini Michela Pozzato di Salerano Canavese, presso il parco giochi locale. hanno inaugurato due panchine della gentilezza di colore viola. Durante la festa a cui hanno partecipato bambini e residenti, allietata dal gruppo dei clown dottori Nasi per Caso, sono state scelte da due bambini, Vittoria ed Edoardo, altrettante frasi sulla gentilezza che saranno successivamente riportate sulle panchine: «Ovunque vi sia un essere umano vi è la possibilità per una gentilezza.” Seneca, “sii un arcobaleno nella nuvola di qualcun altro». Maya Angelou.

La prima panchina della gentilezza è stata inaugurata il 7 dicembre scorso nel parco giochi di Quincinetto dall’Assessore alla Gentilezza locale Erina Patti. Sulla prima panchina della gentilezza era stata riportata una  targhetta con scritto “Sediamoci per stare bene insieme”. Altri Comuni ad avere già una panchina della gentilezza sono San Severo (Foggia), Massa Lombarda (Ravenna), Motta de' Conti (Vercelli). Identificabile col colore viola, ha una funzione simbolica, decorativa ed anche attiva. Era stata pensata da Erina Patti, Assessore alla Gentilezza di Quincinetto, per favorire il dialogo tra i cittadini e l’instaurarsi di relazioni. La panchina della gentilezza può essere singola, oppure proposta appaiata, in questo caso la posizione è frontale. Ogni panchina della gentilezza riporta una frase sulla gentilezza.

Il viola era stato identificato dall’Associazione Cor et Amor, che coordina la Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilezza e dall’assessore alla gentilezza di Quincinetto Erina Patti, come colore della gentilezza perché a livello psichico rappresenta il colore della trasformazione e della ricerca costante di un nuovo stato e di nuovi equilibri. 

Ma cosa si può fare sulla panchina della gentilezza? A spiegarlo erano stati i bambini della scuola primaria Albina Buat di Quncinetto, che durante un laboratorio, dopo essersi consultati, suddivisi in  gruppi, avevano proposto, mimando, diverse azioni che si possono compiere sedendosi sulla panchina: abbracciarsi, perdonare, lasciare il posto a chi si è fatto male, ritrovarsi, fare un regalo, suonare, ritmare, darsi appuntamento, leggere, sorridere. La Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilezza, nell’ambito del macro progetto Costruiamo Gentilezza (www.costruiamogentilezza.org), si augura  che altri Comuni in tutta Italia ed anche all’estero “costruiscano” nei propri Parchi Giochi una panchina della gentilezza, per sensibilizzare piccoli e grandi alla pratica quotidiana della gentilezza per accrescere il benessere dell’intera comunità.

Galleria fotografica

Articoli correlati