Galleria fotografica

SAN BENIGNO CANAVESE - Nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Alberto Graffino, i rappresentanti dell'ufficio tecnico, Studio di Progettazione e i cittadini ed esercenti del Ricetto. Il meeting ha avuto lo scopo di presentare l'ormai prossima opera di rifacimento di via Roma, nel cuore del paese.

«L'intervento fa parte del bando vinto dal nostro Comune, in collaborazione con Confcommercio Ascom Torino e Provincia e condiviso con la locale associazione commercianti San Benigno Canavese, denominato Distretto Urbano del Commercio della Regione Piemonte - hanno spiegato dal Comune - Un'investimento di circa 200.000 euro (finanziato all'80% dalla Regione), che darà maggior lustro ad una delle principali vie del nostro paese, una delle "porte del ricetto", che collega idealmente Palazzo Civico alla nostra spledida Abbazia di Fruttuaria». 

La via sarà completamente rivestita in pietra, come concordato con la Sovrintendenza. Oltre che estetico, sarà anche un intervento funzionale perchè sarà rifatta la linea dell'acquedotto, quella di raccolta delle acque meteoriche e saranno interrate gran parte delle linee elettriche, oltre ad altre sistemazioni di dettaglio. «L'intervento causerà qualche disagio alla popolazione residente, ma tutto nell'ottica di un miglioramento del nostro paese - hanno specificato dall'amministrazione Graffino - L'intervendo ha una durata massima prevista di 75 giorni, con inizio nella prima decade-metà febbraio e l'ente sarà scrupoloso nel cercare di diminuire al massimo la durata della cantierizzazione, considerando anche i tempi previsti dal Bando che sono comunque stringenti». 

«Via Roma sarà interdetta al traffico veicolare, ma sarà sempre garantito quello pedonale - concludono dal Comune - Sarà aperto il traffico veicolare per residenti ed aventi titolo (utenti della Posta, fedeli per la messa, persone con problemi di mobilità...) sotto Torre Fasani con doppio senso a vista. Previsti accorgimenti anche per il sistema di raccolta rifiuti porta a porta, con la realizzazione temporanea di un'area di conferimento. Saranno riservati, altresì, dei parcheggi per i residenti».