Il Consiglio metropolitano di Torino ha approvato una deliberazione concernente gli indirizzi per le azioni propedeutiche alla destinazione della villa del boss Assisi confiscata alla criminalità organizzata nel territorio del Comune di San Giusto Canavese. Il vicesindaco metropolitano Marco Marocco ha brevemente illustrato le azioni, che vanno a sanare le irregolarità edilizie relative ad un compendio immobiliare confiscato alla criminalità organizzata, composto da una villa e dalle relative pertinenze, compreso il terreno, il tutto ubicato in strada vicinale Mosa 1.

La villa è stata interessata in passato da un principio di incendio. Per rendere fruibile il complesso sono necessari alcuni interventi di sanificazione e ripristino. La Città metropolitana procederà alla pubblicizzazione di una manifestazione di interesse finalizzata ad individuare soggetti interessati all’assegnazione dell’immobile per sei anni in concessione d’uso gratuito.

L’assegnatario dovrà farsi carico della manutenzione ordinaria e straordinaria del bene, per attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, condizionando la conclusione della procedura alla disponibilità del finanziamento da parte della Regione. La Deliberazione è stata approvata all’unanimità.

Galleria fotografica

Articoli correlati