SAN GIUSTO CANAVESE - Torna il sereno in Comune a San Giusto Canavese, dopo la bufera politica scatenata dalla decisione del sindaco, Giosi Boggio, di rassegnare nei giorni scorsi le proprie dimissioni. La prima cittadina, secondo i rumors dei soliti ben informati, sarebbe arrivata alla dolorosa ma ponderata decisione di sfilarsi la fascia tricolore e fare un passo indietro per dare un «segnale forte» alla sua squadra di governo, dopo alcuni dissapori emersi in questi ultimi mesi con assessori e consiglieri. Obiettivo centrato, perché la crisi è già rientrata.

Le dimissioni, di fatto, sono durate poco più di 24 ore. Ieri, venerdì 19 novembre, sulla pagina ufficiale del Comune su Facebook è comparsa una foto di gruppo con Boggio insieme a tutto il Consiglio comunale. Prove tecniche di distensione. Lunedì 22 novembre, la sindaca protocollerà quindi la lettera di ritiro dimissioni, come previsto dal Testo Unico degli enti locali nel pieno rispetto dei 20 giorni di tempo concessi dall’articolo 53 per ritornare sui propri passi.

Giosi Boggio ha già preannunciato che non rilascerà per il momento altri commenti, mantenendo così il massimo riserbo sull’accaduto. Tuttavia, è  probabile, se non scontato, che abbia incassato in queste ore la fiducia della giunta e dei consiglieri cementando così quel rapporto di collaborazione fondamentale per continuare insieme ad amministrare il paese.

Galleria fotografica

Articoli correlati