VOLPIANO - Il Consiglio comunale di Volpiano, nella seduta di lunedì 22 febbraio, ha approvato all'unanimità una mozione a supporto della mobilitazione dei Comuni di Rondissone, Mazzè e Caluso contro l'ipotesi di stoccaggio delle scorie nucleari in quel territorio, in relazione ai procedimenti in atto per l'individuazione del deposito nazionale dei rifiuti radioattivi.

Durante l'assemblea è stato anche deciso il trasferimento dello Sportello unico attività produttive (Suap) all'Unione Net. «Questa funzione - ha sottolineato il sindaco De Zuanne illustrando la delibera - si occupa di raccogliere le istanze che riguardano più uffici e più enti e di svolgere l'attività di back office, per riconsegnare la pratica al richiedente al termine della procedura. Dal punto di vista formale non cambia nulla per i cittadini perché si tratta di una diversa organizzazione del lavoro, e continuano a essere gestite internamente le pratiche dell'ufficio Commercio e quelle riguardanti edilizia e ambiente».

Il Consiglio ha inoltre dato mandato all'ente di richiedere al Consorzio di Bacino 16 l'emissione nel 2021, come già accaduto nel 2020, di due bollettazioni per la tassa rifiuti: la prima, suddivisa in tre rate, valida come acconto e pari al 75 per cento della tariffa del 2020, la seconda, a saldo, calcolata in base alle tariffe del 2021. «Poiché il Consorzio di Bacino 16 non ha ancora approvato il piano economico finanziario - ha spiegato l'assessore al Bilancio Giovanni Panichelli - non possiamo agire diversamente, chiedendo di procedere con due bollettazioni anche per far arrivare alle famiglie le bollette in tempo utile».

Sono infine stati approvati i regolamenti per i canoni di concessione della pubblicità e delle aree pubbliche. «In questo caso - ha detto l'assessore Panichelli - il legislatore ha ridisegnato completamente lo scenario dei tributi minori, con molte problematiche e lasciando poco margine all'autonomia dei Comuni. Grazie al lavoro degli uffici si è cercato di non creare scostamenti rispetto a quanto veniva già richiesto ai singoli utenti, nonostante la diversa impostazione normativa».

Galleria fotografica

Articoli correlati