Una svastica sul marciapiede in frazione Cerone. Disegnata l'altra notte da mano ignota. E tanto basta per suscitare l'indignazione generale di Strambino per l'atto vandalico. Il Comune ha stigmatizzato l'episodio, dando dello «stupido» all'autore del gesto.

«Hai sporcato un'area pubblica senza nessun rispetto, dimenticando che il paese è di tutti e quindi anche tuo: sporcheresti il pavimento di casa tua? - scrivono dall'amministrazione con un post diffuso attraverso i social (nella foto) - cosa più grave hai disegnato un simbolo, la svastica, che richiama inevitabilmente al nazismo. Quelli che un tempo esponevano lo stesso simbolo si sono resi colpevoli dell'uccisione di più di sei milioni di persone solo perchè considerati diversi. Con la speranza che questa breve riflessione possa aiutarti a capire l'errore che hai fatto».

Il sindaco Sonia Cambursano ha condiviso il post e rincarato la dose: «Ripuliremo, certo che lo faremo. Non possiamo permettere che un simbolo di sopraffazione e morte campeggi indisturbato sul suolo pubblico. Però resta l'amarezza di un gesto ignobile ad opera di un essere umano ignorante. A chiunque lo abbia perpetrato mi sento solo di dire: vergogna».

Galleria fotografica

Articoli correlati