I circa 50 milioni di euro di investimento per il potenziamento del nodo ferroviario di Chivasso sono confermati. Nel darne notizia, l’assessore regionale ai Trasporti e Infrastrutture, Francesco Balocco, ha voluto precisare alcune questioni: «Sulla fermata dell'alta velocità proseguono gli studi affidati a SITI e a RFI, i cui risultati saranno presentati a novembre al tavolo voluto dalla Regione, mentre il testo del contratto di programma di RFI in discussione alla IX Commissione della Camera dei Deputati è quello originario del 2017-2021, già approvato dal Cipe, che doveva ancora fare un passaggio in Parlamento. In quella versione ovviamente era ancora prevista la lunetta di Chivasso, ma non gli altri investimenti concordati con RFI, che invece sono inseriti nella bozza di aggiornamento 2018-2019 che sarà approvata entro la fine dell'anno».

«Nell'aggiornamento - chiarisce Balocco - sono previsti 25 milioni per il piano regolatore generale di Chivasso. Ad essi si aggiungono 7 milioni per l'adeguamento della stazione, con una voce inserita in un apposito capitolo di finanziamento, l'adeguamento degli apparati, in corso e praticamente ultimato, per ulteriori 7 milioni e la soppressione di due passaggi a livello già finanziati. La lunetta di Chivasso rimane in quanto formalmente la Regione Valle d'Aosta non ne ha ancora chiesto l’eliminazione e la sostituzione con altri interventi di messa in sicurezza sulla linea Chivasso-Ivrea-Aosta».

Galleria fotografica

Articoli correlati