L’abitato di Valperga è da alcuni mesi “a misura di pedone”, grazie al fatto che, per la messa a norma e in sicurezza della circolazione veicolare e pedonale, l’amministrazione comunale ha ritenuto necessario richiedere il sostegno progettuale della Città metropolitana. La richiesta ha fatto seguito alla positiva esperienza del 2016, quando i tecnici dell’allora Servizio assistenza tecnica agli Enti locali – oggi Direzione azioni integrate con gli Enti locali - svilupparono il progetto preliminare della scuola media comunale Arnulfi per un importo dei lavori di 3.475.000 euro. Le prime valutazioni delle condizioni di sicurezza della viabilità di accesso all’abitato di Valperga, rappresentata dalla Strada Provinciale 13 di Front con le sue due diramazioni, hanno reso evidente come alcune aree residenziali si fossero sviluppate lungo i tre rettilinei principali che confluiscono verso il centro del paese. In poco spazio i veicoli passano da un ambito percepibile come extraurbano ad un tratto urbano, caratterizzato da numerosi passi carrabili per l’accesso alle abitazioni private, che si affacciano sulla Provinciale 13; arteria che, peraltro, attraversa zone ad alta percorrenza pedonale in prossimità di stazioni, scuole o negozi.

Dopo la richiesta del sindaco alla Città metropolitana affinché venissero affrontate le criticità, i primi studi sono stati condotti dal Servizio Viabilità della Città metropolitana, in quanto alcune intersezioni di strade comunali interessavano arterie provinciali. Lo studio concordato è stato redatto quindi come studio di fattibilità. Dopo l’approvazione dello studio e del relativo impegno di spesa da parte del Comune, l’amministrazione locale ha richiesto al Servizio assistenza tecnica Enti locali l’approfondimento dei livelli di progettazione, per ottenere un elaborato esecutivo. Nei primi mesi del 2017 Il Comune ha deciso di investire sulla sicurezza della viabilità, prevedendo una serie di interventi mirati migliorare la fruibilità delle strade, con l’introduzione di percorsi pedonali per una mitigazione della velocità dei veicoli e con la realizzazione di piattaforme rialzate con attraversamenti pedonali. Le piattaforme sono state realizzate con la nuova tecnica di stampa e resinatura “street print”, un processo che consente di creare vari tipi di colorazioni e figure sull’asfalto solitamente piatto e grigio. La nuova tecnica consente di migliorare la visibilità e la resistenza all’usura della segnaletica orizzontale.

Il progetto dei tecnici dell’Area azioni integrate con gli Enti locali ha previsto tre aree d’intervento sulle direttrici principali della Strada Provinciale 13 di Front e delle sue diramazioni, via Busano, via Salassa e via Cuorgnè. Un tratto di marciapiedi è stato progettato e realizzato lungo via Busano, corredandolo con una piattaforma rialzata all’incrocio con via Villanova e con un’altra simile all’inizio del centro abitato. Una terza piattaforma rialzata è stata progettata e realizzata in via Mazzini, lungo la diramazione 4 della Provinciale 13 verso l’abitato di Salassa, nei pressi dell’istituto CIAC. Sulla piattaforma rialzata è stato previsto anche un attraversamento pedonale, vicino ad una fermata dei bus, ridisegnata per l’occasione. E’ stato inoltre previsto un marciapiede che collega l’uscita dell’istituto alla stazione ferroviaria. Un’ultima piattaforma rialzata, con relativo marciapiede, è stata posizionata all’incrocio di via Cuorgnè con via Massola. Il progetto ha inoltre previsto la modifica o la realizzazione ex novo di alcune rampe per disabili in vari altri marciapiedi e zone utili.

Gli interventi sulle principali arterie di accesso al paese permettono di ridurre notevolmente la velocità dei veicoli in transito, migliorando la sicurezza per i pedoni nelle zone più trafficate del paese. L’importo totale dei lavori è stato di 126.729,09 euro, dei quali 84.783,31 per le opere stradali e 30.845,78 per la segnaletica stradale. La redazione delle tre fasi progettuali si è conclusa alla fine fine del 2017, mentre nel 2018 si sono aperti i cantieri. I lavori sono stati ultimati il 30 ottobre 2018 e sono stati seguiti da un tecnico della Direzione Azioni integrate della Città metropolitana, sia per quanto riguarda la direzione che per il collaudo finale delle opere, completato nel marzo scorso.

Galleria fotografica

Articoli correlati