Dal prossimo 20 novembre, Unicredit chiude i servizi di cassa nell’unica banca ancora aperta a Valperga. La decisione dell’istituto di credito, già nell’aria da qualche settimana, è stata comunicata nei giorni scorsi alla clientela. «Il problema è che non da escludere l'intenzione di chiudere definitivamente la filiale di via Martiri – dicono i consiglieri d’opposizione Davide Brunasso e Giuliano Arimondo che, sul tema, hanno presentato una mozione per sollecitare un intervento del sindaco – in paese non esistono altre banche quindi l'interruzione del servizio di cassa comporta per tutti i cittadini, le attività commerciali e industriali, un grave disagio».
 
I consiglieri hanno chiesto al sindaco Francisca di aprire un tavolo di confronto con i sindacati e con gli stessi dirigenti Unicredit per valutare ogni soluzione alternativa possibile. Da palazzo civico, nei giorni scorsi, è partita una lettera diretta alla banca (non sottoscritta dai consiglieri che hanno presentato la mozione) nella quale l’amministrazione comunale, a nome della cittadinanza, esprime «vivo stupore e grande preoccupazione» per la chiusura degli sportelli di cassa.
 
Il Comune, disponibile a qualunque iniziativa per cercare una soluzione alternativa, sottolinea che «famiglie, anziani, aziende ed esercizi commerciali verrebbero privati di un servizio che non esitiamo a definire essenziale, con ripercussioni su tutta la vita del paese». 

Galleria fotografica

Articoli correlati