I Consigli comunali di Vico Canavese e di Meugliano sono tornati a votare la delibera per la fusione con Trausella per giungere alla costituzione del Comune di Valchiusa. La nuova messa ai voti dell'atto amministrativo è stata richiesta dalla Regione Piemonte dopo che a Trausella, su richiesta dell'ex sindaco Michelangelo Boglino, un ulteriore consiglio ha nuovamente deliberato sulla fusione, dopo il "no" espresso dai cittadini al referendum dello scorso 11 novembre. Il progetto è stato approvato dall’assemblea con un totale di 6 voti favorevoli e 4 contrari.

A Vico e a Meugliano anche questa delibera è stata approvata all’unanimità. Toccherà poi, entro il 15 dicembre, al consiglio regionale occuparsi dell’iter per la nomina del commissario prefettizio incaricato di portare il futuro nuovo Comune verso le elezioni amministrative di domenica 27 maggio 2019. «Valchiusa dovrebbe prendere forma dal primo gennaio, ma c'è il rischio che i tempi si possano allungare. Quanto alla decisione della Regione, sarebbe davvero clamoroso se respingesse il progetto, di fronte alla netta affermazione dei sì (l'81% dei voti espressi) nel recente referendum» ha ribadito in più occasioni il sindaco di Vico, Antonio Nicolino.

Nel dettaglio illustriamo i risultati del referendum consultivo di domenica 11 riguardante la proposta di fusione nel Comune di Valchiusa, delle amministrazioni di Vico, Trausella e Meugliano. Vico - Votanti: 34% - Sì: 234, No: 22; Trausella - Votanti: 35% - Sì: 26, No:35; Meugliano - Votanti: 34% - Sì: 17, No: 8. (F.i.)

Galleria fotografica

Articoli correlati