Nessuna offerta ufficiale. Per Comital e Lamalù, a quindici giorni dalla scadenza del secondo bando per la vendita delle aziende, sono di nuovo ore d'ansia. Lo sono soprattutto per quel centinaio di lavoratori in attesa di notizie. Purtroppo, nonostante le manifestazioni d'interesse, nessun imprenditore ha fin qui mostrato vero interesse per gli stabilimenti, la produzione e i dipendenti. Il sindacato ha lanciato un appello a istituzioni e curatela fallimentare per fare in modo che anche questo bando non vada deserto. E dire che solo qualche settimana fa, proprio la Fiom aveva espresso cauto ottimismo per la visita di un importante gruppo industriale europeo negli stabilimenti di via Brandizzo. Un sopralluogo che, per il momento, non si è concretizzato.

Galleria fotografica

Articoli correlati