VOLPIANO - Il Consiglio comunale di Volpiano, nella seduta di lunedì 25 maggio, ha approvato alcune variazioni di bilancio legate all'emergenza Coronavirus; in particolare sono pervenuti contributi dallo Stato per spese di sanificazione (24mila euro) e per la polizia municipale (3mila euro), per le spese di personale sono previste nuove entrate provenienti da fondi dalla Regione Piemonte (mille euro) e da altri capitoli (6mila euro), e, infine è stata destinata una parte dell'avanzo di amministrazione per l'impianto di videosorveglianza (35mila euro), per interventi nel settore commercio (11mila euro) e per gli sgravi sulla tassa rifiuti (49mila euro).

Il Consiglio ha inoltre approvato la rinegoziazione dei mutui del Comune, uno strumento messo a disposizione dallo Stato, tramite Cassa depositi e prestiti, per fronteggiare la crisi di liquidità degli enti locali conseguente all'emergenza Coronavirus; l'intervento comporta, posticipando le scadenze al 2043, un riduzione della spesa di 230mila euro per il 2020 e di 197mila euro per il 2021. «Per i maggiori interessi conseguenti alla rinegoziazione - ha sottolineato l'assessore al Bilancio Giovanni Panichelli -, pari a 386mila euro, l'ipotesi allo studio del governo è di accollarli allo Stato, e questo costituirebbe un vantaggio ulteriore; tuttavia, le decisioni sul sostegno agli enti locali verranno prese dopo il 10 luglio, mentre la richiesta di rinegoziazione deve essere presentata entro il 3 giugno e, dunque, al momento non possiamo conoscere il delta negativo che avremo in bilancio e l'unica certezza rimane proprio la minore spesa per il 2020 dovuta alla rinegoziazione dei mutui».

Galleria fotografica

Articoli correlati