Lupo e cinghiale sono due specie che, per motivi diversi, impongono una riflessione sul nostro concetto di natura e sul modello di sviluppo territoriale che intendiamo promuovere, soprattutto nelle aree montane. Ne discuteranno sabato 2 dicembre a Noasca il sindaco Domenico Aimonino, la Consigliera metropolitana delegata all’ambiente, alla tutela della fauna e della flora, ai parchi e alle aree protette, Elisa Pirro, il Consigliere metropolitano Mauro Fava e alcuni esperti. L’incontro era stato in un primo momento programmato per sabato 28 ottobre, ma era stato rinviato a causa dell’emergenza incendi.

Luca Giunti, guardiaparco dell’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie, si porrà e porrà ai presenti “Le domande del lupo”. Il dirigente del Servizio tutela della fauna e della flora della Città metropolitana, Mario Lupo, tratterà il tema della gestione del cinghiale nel territorio dell’Ente di area vasta che ha ereditato le competenze dell’ex Provincia di Torino. Bruno Bassano, responsabile del settore Biodiversità e ricerca scientifica del parco Nazionale del Gran Paradiso, terrà una relazione sul tema “Ecologia delle specie problematiche: il punto di vista di un Parco nazionale”. Sergio Barone, Vicepresidente della Coldiretti di Torino, si soffermerà sull’impatto degli animali selvatici sul territorio agricolo.

L’appuntamento è alle 15 al Pala Noasca della frazione Gere Sopra. L'incontro era già stato calendarizzato a fine ottobre ma l'emergenza incendi che ha riguardato la valle Orco ha saggiamente imposto un rinvio.

Galleria fotografica

Articoli correlati