TORINO - Licenziato a maggioranza in Commissione Ambiente il testo della proposta di legge sul contenimento dei cinghiali – in deroga alle attuali disposizioni regionali –  che va a modificare la conservazione del patrimonio naturale e dell’assetto ambientale: approderà in Aula nelle prossime settimane.
 
Il cambiamento prevede l’estensione dell’uso di mezzi motorizzati su strade comunali e vicinali non solo ai soggetti incaricati ad esercitare operazioni di controllo faunistico e al prelievo venatorio ma anche a chi svolge attività venatoria (solo per il cinghiale). Il provvedimento – proposto dal Gruppo di Forza Italia – evidenzia la necessità di pervenire ad un contenimento degli ungulati, in particolare dei cinghiali, che stanno causando gravi problemi sull’intero territorio piemontese all’agricoltura ma anche alla sicurezza stradale.
 
Tutti respinti gli emendamenti presentati dalle minoranze che spaziavano dalla tutela della fauna alpina alle modalità dell’abilitazione venatoria, dal divieto di caccia fino alla sua disciplina.

Galleria fotografica

Articoli correlati