CANAVESE - Arrivano dalla Regione Piemonte 200 mila euro a sostegno dei costi per la difesa del bestiame e per il risarcimento dei danni causati dalle predazioni da canidi nei pascoli piemontesi. In particolare i lupi. Un problema che si è fatto sentire parecchio anche in Canavese. «Avevamo promesso attenzione agli allevatori piemontesi - commenta Alberto Preioni, Presidente del Gruppo consiliare Lega Salvini Piemonte - perché conosciamo bene le dimensioni del problema nelle zone montane e agricole». 

«Per snellire il processo di rimborso - spiega Preioni - abbiamo delegato la funzione di organismo pagatore regionale all’Agenzia regionale piemontese per le erogazioni in agricoltura, mentre per accedere al bando la burocrazia è limitata al massimo: si potranno, infatti, utilizzare autocertificazione e rilievi fotografici qualora il veterinario sia impossibilitato a effettuare il sopralluogo presso l'allevamento o il pascolo. A un'emergenza occorre rispondere con garanzie, snellezza e fiducia. Tutte prerogative che gli allevatori  piemontesi meritano».

Galleria fotografica

Articoli correlati