CUORGNE’ - Non c’è niente di più bello ed emozionante per gli amanti degli animali di un «abbraccio» tra un cane fedele e il suo padrone. Proprio come quello che ha scritto il lieto fine su una vicenda che si è concretizzata a Cuorgnè durante le festività di Natale.

E’ successo in località Bandone, dove una coppia di cittadini con spiccato senso civico ha notato un cagnolone di colore bianco impaurito e soprattutto ferito che vagava vicino alle case della borgata. L’implicita richiesta di aiuto dell’animale per fortuna non è caduta nel vuoto e i due cuorgnatesi dal cuore d’oro hanno subito chiamato la polizia municipale.

Gli agenti, coordinati dal commissario Linuccia Amore, si sono tempestivamente messi al lavoro, hanno verificato la situazione, recuperato il cane e, attraverso la lettura del microchip, sono riusciti a individuarne la proprietaria, che lo cercava da tempo. Non si trattava, infatti, di un randagio ma di un «amico a 4 zampe» scappato da casa da quasi un mese.

E’ stata una grande gioia per la signora, che ha ringraziato sentitamente i civich per averla aiutata a riavere il suo adorato cane. Anche quest’ultimo era al settimo cielo per un incontro ormai insperato, visto che ha letteralmente «assalito» la sua padroncina, quasi dando l’impressione di abbracciarla, quando è stato riportato alla sua famiglia umana. 

Galleria fotografica

Articoli correlati