Galleria fotografica

IVREA - Una piccola micina di poco più di 5 mesi probabilmente abbandonata in un cassonetto dei rifiuti e salvata da un operatore ecologico e poi affidata alle cure dei veterinari e dai volontari del rifugio per gatti. La vicenda, fortunatamente a lieto fine, è avvenuta a Ivrea nei giorni scorsi. A raccontarla sono i componenti di “Eporedianimali” con un lungo post sui social. 

«La micina in queste due foto è stata portata da noi pochi giorni fa, recuperata dal cassone dell'umido al centro di raccolta SCS di Ivrea – spiegano dal rifugio per animali eporediese - Non è la prima volta che ci portano dei gatti da lì: spesso vengono attirati dall'odore di cibo ed entrano nel cassone, ma poi a volte non riescono ad uscire. La micina, che abbiamo chiamato Sandwich, è rimasta bloccata dentro fino a quando uno degli operatori se ne è accorto e l'ha recuperata per poi portarcela. La gattina era in condizioni tutt'altro che ottimali, già a prima vista si capiva quanto fosse magra e che aveva un raffreddore fortissimo. La visita dal veterinario ha rivelato che Sandwich ha almeno 5 mesi (ha già cambiato i denti), ma pesa come una gatta molto più piccola. Ha i linfonodi ingrossati e questo raffreddore fortissimo che le impedisce di respirare nel modo corretto e probabilmente di mangiare a sufficienza».

«Sandwich è purtroppo anche risultata positiva alla felv, ma per il momento noi ci concentriamo nel rimetterla in forze, curare il raffreddore e farla tornare vivace come una micina della sua età – concludono da Eporedianimali - Apprezza il cibo e le attenzioni, anche se è ancora un pochino spaventata dalla nuova situazione. Sarà felice di ricevere i vostri pensieri positivi, ne avrà bisogno per rimettersi in forze. Per tenerla calda e farle compagnia le abbiamo dato anche un leoncino di peluche. Quando starà meglio cercheremo anche per lei una famiglia e una casa per sempre».