RIVAROLO - Osservare le api mentre cercano il polline tra i fiori su balconi e giardini, filmarle con lo smartphone in orizzontale e inviare il video a soundbiodiversity@gmail.com, indicando nome, cognome e luogo di ripresa. L’invito arriva da Tobees, progetto di Marna Fumarola, violinista e apicoltrice, Alessio Mosti, compositore elettronico e dalla canavesana Azzurra Fragale, regista e sound designer. Azzurra Fragale, con Collettivo Cromocinque, ha realizzato i documentari "SALP esercizio di memoria" e "Cinematografica Perona".

Il cortometraggio collettivo di Tobees contribuirà alla sensibilizzazione verso il ruolo delle api per la biodiversità del pianeta. Oltre a produrre miele, propoli, pappa reale, le api assicurano l’impollinazione del 70% delle specie vegetali, rendendo possibile il 35% della produzione mondiale di cibo. Negli ultimi 15 anni, i pesticidi impiegati in agricoltura, alcune specie invasive e il cambiamento climatico hanno causato una progressiva diminuzione del numero di api e proprio per evidenziare il rischio della loro scomparsa, le Nazioni Unite hanno dichiarato il 20 maggio di ogni anno “Giornata mondiale delle api”. 

Il film partecipato si ricollega alle sonorizzazioni per la biodiversità che Tobees sviluppa negli apiari accostando natura e tecnologia: grazie ad alcuni sensori, i movimenti delle api vengono trasformati in impulsi e sono rielaborati durante l’improvvisazione musicale. Tramite cuffie wireless, che non interferiscono con le api, gli spettatori assistono alla sonorizzazione vicini alle arnie e vivono un’esperienza immersiva esplorando un nuovo paesaggio sonoro. «Pensiamo al cortometraggio come una forma di collaborazione a distanza tra molte persone che trae origine da un’esperienza concreta di osservazione della natura” spiega Azzurra Fragale segnalando l’attesa di video da ogni contesto, perché “grazie ai progetti di apicoltura urbana le api sono presenti anche nelle grandi città. La sfida è esplorare lo spazio che oggi è il nostro limite, senza paura di sorprenderci». Oltre al montaggio, curerà con Alessio e Marna la colonna sonora originale del film. 

«Mentre l’emergenza impone un rallentamento delle nostre attività quotidiane e una distanza di sicurezza ci separa dagli affetti e dalla natura, le api non si fermano - racconta Marna Fumarola che ha chiesto un permesso speciale per raggiungere le sue arnie su una collina presso Arezzo - l’idea delle sonorizzazioni è nata proprio dall’abitudine di suonare insieme alle sue api: “Mi sembra un modo per prendermi cura di loro». Attraverso il sito www.tobees.it e i canali social è possibile seguire il progetto Tobees-sonorizzazioni per la biodiversità e l’iniziativa del cortometraggio partecipato: un’idea che esprime speranza e fiducia verso il superamento della difficoltà odierna, perché ogni video contribuirà a raccontare come le api continuino a preparare il nostro futuro.

Galleria fotografica

Articoli correlati