Domenica 29 settembre si è svolto a Chivasso il I Trofeo GeneaBiomed, Memorial Giovanni Albano, tra i padroni di casa della GeneaBiomed Chivasso e Sea Settimo, prossime avversarie nel campionato di serie C Silver.  Il match è stato disputato al termine del Media Day organizzato dalla società chivassese per presentare il proprio settore giovanile - partendo dal minibasket fino alla formazione Under 18 - gli staff tecnici, societari ed i partner commerciali che sostengono l'attività sportiva ed istituzionale della realtà cestistica biancoverde. Appuntamento arricchito dagli interventi della dottoressa Valentina Casalone, dietista-nutrizionista, che ha informato gli atleti sul rapporto alimentazione e gioco del basket, e della dottoressa Simona Ponente, mental coach sportivo, che ha sottolineato l'importanza dell'aspetto mentale inserito nell'attività sportiva.

Alla presenza del presidente del Comitato Regionale Fip, Gianpaolo Mastromarco, del signor Giuseppe Deambrogio, patron di GeneaBiomed, e di Enrico e Germana Albano, genitori di Giovanni, le due formazioni di serie C Silver hanno dato vita ad una gara intensa, avvincente, che ha regalato emozioni al pubblico presente fino agli ultimi secondi di gara. Partenza col freno a mano tirato per gli uomini di coach Iannetti che faticano a trovare sbocchi offensivi, mentre in fase difensiva non trovano le contromisure all'attacco dei settimesi. Chiuso il primo quarto sul 9-22, nel secondo Iannetti prova a rimescolare le carte, Chivasso finalmene ritrova brillantezza, ma alcuni errori banali e le troppe palle perse permettono a Settimo di chiudere il primo tempo sul 29-36.

Al rientro in campo dagli spogliatoi, la GeneaBiomed finalmente trova continuità difensiva e offensiva, i giochi tra i lunghi ed i piccoli iniziano a funzionare, la palla entra nel canestro con continuità ed a fine terzo periodo i padroni di casa sorpassano sul 46-44, grazie ad una tripla di Delli Guanti ed all'intensità sotto canestro di Calvo. Settimo però negli ultimi 10' tenta nuovamente la fuga, fermata dalle triple di Pepino e di Calvo, prima che Settimo tocchi nuovamente il +2 (58-60) a 25" dalla sirena. A questo punto Chivasso organizza l'azione offensiva che permette a Cirla di infilare la tripla del 61-60 con 11" sul cronometro, canestro del sorpasso, sigillato dalla perfetta difesa e dalla palla rubata a 3" dalla fine che decreta il successo dei padroni di casa.

Al termine della gara il presidente Rudi Cena ha premiato i vincitori del torneo e Claudio Morello, bandiera chivassese per 8 stagioni, passato in estate in maglia San Mauro, ringraziandolo per l'apporto offerto in questi anni alla causa sportiva biancoverde. La sua maglia n.12 è stata ritirata e resterà per sempre nella storia chivassese.

Galleria fotografica

Articoli correlati