GeneaBiomed Chivasso 52-Kolbe 45
(8-13; 17-21; 31-29)
GeneaBiomed Chivasso: M. Delli Guanti 9, Vai 7, Fornuto 7, Cester 4, Cirla 2, Volpe 18, Pepino 5, Vettori, Calvo, Cometto ne. All. Iannetti.          
Kolbe: Rostagno ne, Aralla 2, Di Giorgio 8, Danna 9, Scarano, Farris, Di Micco, Desantis 16, Migliori 7, Trinchero 3. All. Abrate.

Forse si intravede la luce in fondo al tunnel per la GeneaBiomed Chivasso che batte Kolbe per 52-45, raccoglie la seconda vittoria consecutiva e aggancia proprio i torinesi a quota 10 punti in classifica. Una vittoria sofferta, sudata, conquistata contro una squadra giovane ma assai aggressiva, fisica, veloce e determinata nel rendere la vita difficile ai chivassesi fin dalla palla a due. E che sarà difficile violare il canestro dei ragazzi di Abrate si capisce fin dai primi minuti di gioco, in cui la GeneaBiomed patisce la difesa attenta degli avversari, sbaglia diverse conclusioni vicino a canestro e si ritrova sotto 0-4 dopo 4’ di gioco. Fortunatamente per coach Iannetti anche la difesa chivassese ritrova la sua antica aggressività e così dopo 5 minuti di gioco le squadre si ritrovano sul 4-4.

Chivasso però patisce l’energia di De Santis che piazza il break di 0-6 che chiude il quarto sul 8-13. Le difese prevalgono sugli attacchi anche nel secondo periodo di gioco, nessuno segna per 3 minuti, poi tocca a Volpe infilare tre liberi consecutivi per smuovere il tabellone chivassese. Kolbe invece continua a pressare, provocando due palle perse dei chivassesi che si traducono in 4 punti di De Santis. Tocca ancora a Volpe caricarsi il peso dell’attacco chivassese sulle spalle e chiuder il primo tempo sul 17-21. Nel terzo periodo i biancoverdi mettono la freccia per la prima volta sul 22-21 dopo 4’, ma due nuove palle perse ridanno energia ai torinesi. Saranno la tripla di Vai ed un appoggio di Cester a certificare il sorpasso sul 31-29 a dieci minuti da termine. Nell’ultimo periodo una difesa attentissima, unita alla pazienza offensiva portano Chivasso sul 44-37 grazie alla precisione ai liberi di Fornuto e Volpe.

Kolbe trova ancora la tripla della speranza con Danna, ma la difesa press a tutto campo è superata con attenzione ed il gioco alto basso Cirla-Fornuto regala il 48-43 ad un minuto dalla fine. Kolbe prova ancora a rientrare ma un rimbalzo offensivo, una rubata ed un 2/2 ai liberi di Mattia Delli Guanti pongono la parola fine alla contesa. Ora non resta che proseguire su questa strada anche nelle due partite che precedono la pausa natalizia.

Galleria fotografica

Articoli correlati