BOLLENGO - La fatica non è mai sprecata, secondo Pietro Mennea, indimenticato olimpionico azzurro nei 200 metri: soffri ma sogni. Ci hanno fatto sognare con la loro tenacia, determinazione e grinta l’atleta bollenghino, Fabrizio Topatigh, e i suoi colleghi piemontesi Stefano Chiesa (Sportabili Alba) e il tandem Riccardo Volpe e Michele Rosso (del Velodromo Francone Asd), protagonisti di prestazioni emozionanti al Velodromo Enzo Sacchi di Firenze che ospitato l’edizione 2022 dei Campionati italiani di ciclismo paralimpico su pista. 

L’evento, andato in scena a inizio settembre, è stato organizzato dall’A.S. Aurora, in collaborazione con Ciclo Abilia, e patrocinato dal Comune di Firenze. Presente alla rassegna tricolore anche il commissario tecnico della Nazionale Paralimpica Rino De Candido. E’ stata una manifestazione in cui si è ammirato il carattere e la forza dei ciclisti che si sono cimentati sull’anello fiorentino, affrontando le prove del chilometro e dei 500 metri cronometrati, oltre all’inseguimento sui 3 e 4 chilometri. 

Una quarantina gli atleti complessivamente al via. Il canavesano, Fabrizio Topatigh, ha difeso i colori della Active Team La Leonessa, conquistando due splendidi terzi posti. L’eporediese, infatti, è salito sul podio sia nei 1000 metri da fermo che nei 3000 metri inseguimento categoria MC2. Per il tandem Rosso-Volpe, invece, un ottimo sesto posto sui 1000 e sui 4000. Terzo posto per Stefano Chiesa sui 1000 e sui 4000 categoria MC4. 

Fabrizio Topatigh aveva già ben figurato anche ad Avezzano, dove a fine agosto si erano svolti i campionati italiana paraciclismo 2022 su strada. In Abruzzo, il canavesano ha sfiorato il podio (quarto posto) nella prova in linea e si è piazzato quinto nella combattuta cronometro.
 

Galleria fotografica

Articoli correlati