Dopo i successi nella Champions League dei Comuni Fioriti, il Comune della Val Soana si appresta a detenere un altro piccolo record, dal momento che da quest'anno la squadra dell'Ingria Bar da Costa risulta ufficialmente iscritta alla Serie C del Campionato Acsi dell'Alto Canavese di calcio a 5. La rosa della squadra, probabilmente la più piccola della Nazione se si considerano i residenti di Ingria, risulta però composta da un ragguardevole numero di tesserati, vantando ben 20 venti calciatori provenienti in prevalenza da Pont Canavese e 5 dirigenti, tra cui lo stesso sindaco di Ingria Igor De Santis.

«Il calcio è uno sport bellissimo, insegna tante cose, belle e brutte - dice il primo cittadino - è lo specchio di ogni singola realtà in cui viviamo, fa crescere, immagine in cui i ragazzini si vedono campioni, e forse i campioni a loro volta vorrebbero rivedersi ragazzini. Per tanti anni ho giocato a calcio, in varie squadre: in quello specchio però sognavo la squadra del mio piccolo paese di montagna poter giocare in un campionato, sognavo una squadra vera. Adesso la realtà ha oltrepassato lo specchio, quindi faccio i complimenti ai ragazzi per la nostra prima storica vittoria».

Infatti la squadra dell'Ingria Bar da Costa venerdì scorso si è imposta per 6 a 5 contro la compagine di Castellamonte denominata "fa istess", dopo una partita caratterizzata da numerosi colpi di scena. Prosegue i commenti di soddisfazione anche il consigliere comunale Andrea Cane, inserito nella squadra tra l'ampia rosa dei portieri: «Vincere la prima partita della vita in un campionato vero è speciale non solo perché si difendono i colori del proprio Comune, ma soprattutto perché si ha la fortuna di giocare con un bel gruppo di Amici, persone semplici e positive che sanno vivere insieme anche il cosiddetto "terzo tempo"! Grazie a tutti per la sofferta ed indimenticabile vittoria, che dedichiamo al nostro amico e primo tifoso, Paolino Madlena».

Ultima curiosità che fa distinguere ancora una volta il piccolo paesino della Valle Soana, sempre avanti per quanto riguarda le notizie più curiose e controcorrente, è il fatto che la squadra ingriese abbia tra le sue fila anche una ragazza, Lidia Rolle, classe '87 sparonese nata a Cuorgnè, da sempre appassionata di calcio, che risulta essere anche l'unica calciatrice inserita nei vari campionati calcistici maschili della provincia.

Galleria fotografica

Articoli correlati