Il calcio che aiuta a superare gli ostacoli è il calcio che ci piace. Voto dieci, quindi, alla bella iniziativa andata in scena domenica allo stadio Gino Pistoni di Ivrea dove si è giocata la «Orange Cup». Al mattino il triangolare tra Nazionale aranceri, Rappresentativa Anci Piemonte e Selezione Insuperabili Reset Academy, squadra, quest'ultima, che ha vinto il triangolare con, in squadra, ragazzi provenienti da Roma, Siracusa, Torino e Genova. Al pomeriggio, invece, la partita tra i ragazzi della Insuperabili Reset Academy e le squadre del settore giovanile dell'Ivrea 1905.

Circa 300 gli spettatori che si sono accomodati sulle tribune del Pistoni per assistere a questo spettacolo di sport. I fondi raccolti saranno destinati a potenziare le attività per gli attuali 40 ragazzi canavesani diversamente abili che partecipano con entusiasmo alle iniziative dell'Academy di Ivrea. Il calcio d'inizio del torneo del mattino, tra l'altro, è stato affidato a Federica Ranieri, Mugnaia 2019 dello Storico Carnevale eporediese. Un modo significativo per rinsaldare il legame tra la Orange Cup e le tante anime della città.

«Incoraggiare la collaborazione tra amministratori anche attraverso competizioni amichevoli - spiegano il presidente di Anci Piemonte, Alberto Avetta, e il coordinatore dei Piccoli Comuni, Gianluca Forno - serve a promuovere la condivisione di valori e obiettivi, migliora il dialogo istituzionale e favorisce azioni positive». L'associazione si adopera per far praticare attivamente lo sport a ragazzi con disabilità cognitivo, relazionale, affettivo emotiva, comportamentale, fisica, motoria e sensoriale. Atleti speciali, insomma, che lo sport può esaltare.

Galleria fotografica

Articoli correlati