Novanta concorrenti giunti anche da molto lontano hanno premiato l’Associazione “Fuire pli Mont” che ha organizzato la quindicesima edizione della marcia alpina Piamprato-Colle della Borra, gara di corsa in montagna con salita e discesa. Un grande successo di squadra per i numerosi giovani e meno giovani che hanno dedicato parecchio tempo per organizzare l’evento e per portare dati ed immagini al gazebo Kratos, collocato nella piazza di Piamprato Soana. Chi ha assistito alla gara, restando nella piazzetta di Piamprato, ha infatti potuto osservare i dati della classifica che in tempo reale, venivano aggiornati in uno dei monitor in prossimità del gazebo. Sull’altro monitor, purtroppo, non sempre nitide a causa del forte vento in quota, si componevano le immagini che giungevano sia dal colle della Borra a quota 2578 metri, sia dall’Alpe di Vandilliana a quota 1888. 
 
«Solo chi si ricorda il tempo (meteo) degli ultimi giorni, può rendersi conto delle fatiche compiute dagli organizzatori per portare in quota le attrezzature, fornellino e thermos per bevande calde e pure il gazebo che poi, a causa del vento in quota non è poi stato montato - fanno sapere dall'organizzazione della corsa - la giornata della gara, fredda ma quasi serena, ha premiato coloro che continuano a credere in questo evento, realizzato soprattutto per la promozione dello sport e del territorio. Un particolare ringraziamento possa raggiungere tutti gli audaci partecipanti che hanno voluto onorare questa storica competizione ed insieme, la valle Soana».
 
Da notare che questa gara, notoriamente assai difficile, ha visto la partecipazione di numerosi giovani (il piu giovane valsoanese  Alessandro Reineri) e anche qualche new entry (la segretaria dell’ASD fuire pli Mont, Emily Lemant). Con la diffusione globale delle informazioni, abbiamo visto per la prima volta la partecipazione di uno spagnolo (Jeroni Pujol Ferrer, primo iscritto alla gara e premiato tra l’altro con una toma della valle). Scorrendo poi la classifica, abbiamo avuto conferma che la gara ha finalmente varcato i confini del Canavese e della valle d’Aosta, dove insieme abbiamo organizzato il Gran Premio Gran Paradiso, per assumere finalmente un ruolo di internazionalità.
 
Tra questi ci hanno fatto onore con la loro partecipazione, oltre a Jeroni Pujol Ferrer, Thomas Willi Young, Adrian Zekaj, Rezar Zekaj, Besnik Cuci, Alma Rrika, Katarina Kuzminska, Carla e Rachele Young. Senza entrare nel merito delle classifiche che potrete trovare qui sotto, un ringraziamento da parte degli organizzatori è andato a tutti i collaboratori “esterni” all’associazione che hanno volontariamente contribuito al successo dell'evento. Questa storica competizione, inserita nel Trofeo Gran Premio Gran Paradiso è stata realizzata grazie al supporto dei Comuni di Valprato ed Ingria, Pro Loco di Valprato Soana, dei commercianti della Valle Soana, oltre ai generosi sponsor e al Soccorso Alpino della stazione di Valprato Soana. 

Galleria fotografica

Articoli correlati