CUORGNE' - «Aiutate le piccole società di calcio». L'assessore allo sport del Comune di Cuorgnè, dalle tribune del Carlin Bergoglio, casa della mitica Vallorco 1912, lancia un appello ai grandi del calcio nazionale: Gigi Buffon, il capitano del Toro Andrea Belotti e, ovviamente Cr7 Cristiano Ronaldo, solo per citarne alcuni. In realtà l'appello è rivolto a tutti i calciatori professionisti. Un appello per salvare le società dilettantistiche a causa dell'ennesimo blocco delle attività dovuto alla pandemia da covid, rischiano seriamente di chiudere i battenti. Da qui l'idea di un videomessaggio che risvegli il cuore dei calciatori professionisti. Campioni che, va detto, hanno iniziato anche loro l'avventura nel calcio partendo dalle piccole società di provincia.

L'appello è quello di donare almeno una giornata di stipendio: «Farete felici tutti e darete un giusto contributo a non interrompere questa importantissima catena, fatta di bimbi che giocano e si divertono su un campetto col sogno, un giorno, di diventare campioni». Un invito al senso di responsabilità dei grandi campioni. Con un ricordo del mitico Carlin Bergoglio al quale è stato intitolato il centro sportivo del Vallorco. 

In cambio il Comune di Cuorgnè farà in modo di intitolare il nuovo campo a sette a chi donerà risorse per aiutare lo sport locale. «I grandi campioni del calcio non possono far finta di niente - dice Pieruccini sulla sua pagina Facebook - senza un loro intervento economico a sostegno delle Società Sportive Dilettantistiche nei prossimi mesi saremo spettatori di un disastro sportivo senza precedenti. Nel video una semplice richiesta di aiuto che spero venga presa in considerazione. Per la Vallorco 1912, per i calciatori di ogni categoria, i “Piccoli Orchetti” e per tutte le persone che regalano il loro prezioso tempo a disposizione come Volontariato Sportivo. Non può morire tutto così».

Galleria fotografica

Articoli correlati