Lo scorso venerdì al Polo Museale di Cuorgnè, in Manifattura, si è tenuta una presentazione delle realizzazioni culturali che accompagneranno l’appuntamento della tappa del Giro d'Italia, la Pinerolo-Ceresole, che si correrà il 24 maggio 2019. Anzitutto si è presentato un volume dedicato a Fusto Coppi, grande scalatore di tappe alpine, scrutato nella particolare angolatura delle caricature che Carlin Bergoglio gli dedicò a commento dei suoi articoli tra il 1940 e il ’59. Il lavoro è un sentito ricordo del grande ineguagliato campione nato esattamente cento anni fa e prematuramente scomparso all’età di soli 40 anni.

Ricordando Fausto Coppi a cui sarebbe piaciuta una tappa così dura con tre Gran Premi della Montagna, si scorrono le vignette che segnano la sua carriera sportiva e con l’occasione si pubblicano anche le opere di Carlin Bergoglio dedicate alle gare ciclistiche. Al fine di arricchire l’offerta culturale è stata appositamente sviluppata una fiaba ambientata in Valle Orco, il cui protagonista è un drago volante amico dei bambini.

L’opera di Ugo Nespolo dedicata alla tappa che corona l’operazione consiste in una tiratura limitata e numerata di serigrafie. Al levar del sole il gruppo delle Levanne visto da Ceresole Reale s’infiamma di luce rossa, ed è quella luce magica del mattino che Ugo Nespolo ha magistralmente colto nell’opera dedicata alla 13° tappa del Giro d’Italia 2019: Pinerolo-Ceresole Reale. Il quadro e le serigrafie che ne sono derivate fisseranno nel tempo il grande evento sportivo.

Galleria fotografica

Articoli correlati