IVREA - Quello appena concluso è stata un’annata sportiva ricca di soddisfazioni e importanti traguardi raggiunti per l’Associazione Canavesana Arbitri che è nata nel 2012 e a maggio compirà 10 anni. Per la prima volta dopo oltre 30 anni un ente sportivo, diverso dal CSI, è riuscito ad organizzare un campionato di calcio a 11 nel Canavese. Il sodalizio promozionale dello sport in questione è l'ACSI (Associazione Centri Sportivi Italiani), per cui l’ASD ACA (Associazione Canavesana Arbitri) organizza e dirige i Campionati nella provincia di Torino.

Un risultato degno di nota per ACA, che nel panorama dei Campionati Amatoriali del nostro territorio è l'unica che ha attività nelle tre discipline del calcio (11-7- 5). Un obiettivo centrato con impegno e passione per l’associazione guidata dal presidente Luigi Trompetto, succeduto al Presidente fondatore Carmelo Grosso. Al suo fianco una squadra di top player dirigenziali: il vice presidente Fabio Grosso, il segretario Orazio Vinai, il tesoriere Silvio Mantovani, il responsabile della comunicazione e del sito nuovissimo Alessandro Ganio e, ultimo ma non per importanza, Mirko Garau, «l'eminenza grigia» dell’Aca, il factotum e il guru dell’organizzazione.

«Il calcio a 11 è sempre stato il grande obbiettivo dell'ACA – commenta Garau – Questo perché, come diceva il nostro presidente Carmelo Grosso, "…puoi fare mille gironi di calcio a 5 e calcio a 7, ma finché non hai il calcio a 11 non puoi reputarti un comitato organizzatore del calcio". Da anni portavo, inoltre, avanti l'idea che nel calcio amatoriale canavesano mancasse la coppa..In qualsiasi categoria della FIGC esiste la coppa e sapevo che poteva essere un'occasione per attirare le squadre nei nostri Campionati. La lunga pausa del Covid, la mala gestione di chi gestiva (e gestisce ancora in parte) il calcio a 11, un buco temporale perfetto e la possibilità di una splendida avventura, mi ha dato l'occasione di portare in porto il mio progetto della coppa».

La splendida avventura citata sono i XXXXIV Campionati Nazionali ACSI tenutesi a Montesilvano (Pescara) il 4-5-6 Giugno 2021. «Coinvolgendo i responsabili di tre squadre amatoriali dell'eporediese (FC I Blues, FC Pavone e Kanavesana19), siamo riusciti ad istituire la Nazionale Eporediese ACA di Calcio a 11 - racconta Mirko Garau - Rispettando tutte le norme Covid, affrontando il grosso impegno economico (importantissima l'ICAS di Ivrea), la squadra è partita alla volta di Montesilvano». Anche Garau, il Presidente Luigi Trompetto ed altri arbitri ACA si recano a Montesilvano per affrontare gli esami per diventare Direttori di Gara di rilevanza nazionale. E' una trasferta fondamentale nel percorso di crescita del sodalizio canavesano. Un traguardo tagliato grazie coinvolgimento dei responsabili delle squadre coinvolte: Francesco Ferro (FC I Blues), Jimmi Cavallo (FC Pavone) e Alessandro Peretto (Kanavesana19).

I Campionati Nazionali ACSI si concludono con la clamorosa vittoria della Nazionale Eporediese ACA, la quale in finale è capace di recuperare due reti al Team Bellomo di Bari e sfiorare la vittoria più volte, per poi ottenerla con merito ai rigori. Ma ACA non si ferma. Nel frattempo, la settimana prima, la coppa era partita con 10 squadre ed aveva assunto la denominazione di CoppAca. Nel Girone A hanno incrociato i tacchetti: ASD CasaBianca Busi, ASD Piverone Calcio , Chiaverano , FC I Blues, S.S. Real Ivrea. Nel Girone B hanno battagliato: ASD Quincitava, FC Pavone, HDemia F.B., Kanavesana19 e La Speciale Canottieri. Le semifinali regalano spettacolo. Blues superano 3-2 la Kanavesana19, mentre Piverone ha la meglio su La Speciale Canottieri solo alla roulette dei rigori. La finalissima si disputa al “Giacomo Gaglione” di Bollengo, davanti ad oltre 200 spettatori. Le mani sulla Coppa sono quelle dei campionissimi del Piverone che battono i Blues 6-5 dopo i calci di rigore.

Il dado è tratto. L'organizzazione è stata un successo. Il risultato è l'immediata conferma della volontà di fare un campionato ACSI da parte della maggioranza delle squadre che hanno preso parte alla CoppAca. Lo scorso 2 ottobre è partito il primo Campionato ACSI di calcio a 11 nel Canavese. La sua denominazione è SuperLeague C11 ACSI del Canavese e vede ben 13 squadre ai nastri di partenza. Il capocannoniere provvisorio è Antonio Mollo con 6 reti, già eletto a luglio Miglior Giocatore della CoppAca. In testa alla classifica c’è l’S.S. Real Ivrea con 20 punti. Alle sue spalle inseguono la Kanavesana19 a 20 e l’ASD Piverone calcio a 18. «Il 15 gennaio riprenderà il Campionato con alcuni recuperi. Da marzo partirà la seconda Edizione della CoppAca che sarà anche la prima Edizione del Memorial C11 "Carmelo Grosso", purtroppo scomparso  il 18 Luglio 2021 – concludono da ACA - Il nostro impegno come ASD ACA sarà ancora più risoluto e deciso a fare in modo che lo sport amatoriale nel Canavese ritorni ai fasti di 10 anni fa».

Galleria fotografica

Articoli correlati