«Non mollo! Keepbrave riparte! Nessuno distrugge il mio e il vostro sogno! Tengo duro e vado avanti!». Con questo importante messaggio diffuso sui social network, Paola Gianotti, l'atleta di Ivrea che sta tentando il giro del mondo in bicicletta, ha deciso che tornerà in sella appena le sue condizioni di salute glielo permetteranno. Poco più di una settimana fa la ragazza, partita dal Canavese lo scorso 8 marzo, è stata investita vicino a Phoenix da un'auto. Nell'urto ha riportato la frattura di una vertebra.
 
«Dopo 10 giorni di dolore fisico e mentale ho deciso che riparto dal punto esatto dell'incidente appena la mia vertebra si sarà rinsaldata - annuncia Paola su Facebook - lotto perché credo troppo nel mio sogno e nessuno lo può distruggere, Tantomeno una persona distratta che m'investe con la macchina. Lotto per me, per voi, per un grande progetto. Lotto perché ho lottato più di un anno per questo progetto e ho lottato 14mila km per 67 tappe. Lotto perché quando si cade ci si rialza e lotto perché so di avere il sostegno di tutti voi a cui voglio far vivere ancora 14mila km di sogno, di speranza e di vita».
 
Paola Gianotti, sempre su Facebook, ha aggiornato costantemente amici e parenti dopo l'incidente. A loro va proprio un ringraziamento speciale. «Sento tutta la vostra immensa forza che mi mandate! Continuate ad inviarmi messaggi su messaggi dicendomi quanto vi ho fatto sognare e quanto sia stata da stimolo per fare tante cose! E io non mi ero ancora resa conto di quanti siete a seguirmi e di quanto mi volete bene! Grazie grazie grazie!».
 
L'emittente americana ABC, l'altro pomeriggio, ha proprio intervistato Paola per farsi raccontare il viaggio che ha intrapreso in giro per il mondo in sella a una bicicletta.

Galleria fotografica

Articoli correlati