I Campionati nazionali Assoluti sono andati in scena nel fantastico stadio del nuoto di Riccione dal 12 al 14 Dicembre, oltre a mettere in palio i titoli invernali delle varie specialità del nuoto, davano anche la possibilità di qualificarsi alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020. A scendere in vasca sono i migliori atleti Italiani, basti pensare che ai blocchi di partenza era presente una più informa che mai Federica Pellegrini, vincitrice dei 50 100 e 200 Stile libero e la regina del dorso italiano in questi ultimi anni Margherita Panziera fresca del titolo Europeo nei 200 Dorso conquistato a Glasgow.

Per la Nuotatori Canvesani a qualificarsi è la stella del nuoto eporediese Francesca Pasquino, reduce da un’estate piena di impegni e di successi. Francesca parte subito forte e conquista un bronzo (prima medaglia agli assoluti di nuoto per un atleta della Nuotatori Canavesani ndr) nella gara veloce del dorso ovvero i 50m con il tempo di 28”69 staccata di solo due decimi di secondo da Scalia Silvia (Fiamme Gialle) vincitrice con il tempo di 28”49 secondo invece è Zofkova Costa De Saint (Carabinieri) con il tempo di 28”62. Ma sono i 100m Dorso a consacrare Francesca, infatti il giorno seguente la giovane canavesana con una prestazione di livello assoluto conquista un’altra storica medaglia, con il tempo di 1’01”41 (30”10 passaggio al 50m ndr) sale sul terzo gradino del podio dietro a Zofkova Costa De Saint (Carabinieri)1’00”64 e Margerita Panziera(Polizia) 59”75.

Prestazione superba da parte di Francesca che nella gara Olimpica si impone nelle prime tre nuotatrici italiane a soli 5 decimi del record italiano di categoria della specialità. L’ultima gara in programma per Francesca sono i 200m Dorso. Ormai da Francesca ci si aspetta di tutto ed arriva proprio quello che non ti aspetti dopo le prestazioni dei giorni precedenti, infatti Francesca si qualifica per la sola finale B con il decimo tempo di mattinata. Un occasione sprecata ma che è servita da lezione, infatti nel pomeriggio Francesca domina la finale B con il tempo di 2’13”30 che le sarebbe valsa la terza medaglia di bronzo. Nonostante questa piccola nota dolente della qualificazione ai 200m Dorso, non si può recriminare nulla a Francesca, che ha disputato un campionato italiano da protagonista assoluta.

Entusiasta ma allo stesso tempo realista Giovanni Anselmetti, allenatore della Nuotatori Canavasani che dichiara: «E' stato un campionato fantastico ed allo stesso tempo storico per la nostra società e per il movimento natatorio Eporediese e canavesano. Questi risultati ci fanno piacere ma sappiamo che la strada per il nostro obiettivo, la qualificazione olimpica è ancora lunga e complicata. Noi ci proveremo con tutte le nostre forze e mezzi a disposizione». La foto è gentilmente offerta dal blog di nuoto Corsia4 e il fotografo è Fabio Cetti.

Galleria fotografica

Articoli correlati