RIVARA - Nel Campionato regionale MX2 il trionfo del rivarese Andrea Battaglin: un sogno canavesano fatto di DNA e volontà. L'Italia del post pandemia è stata contrassegnata da trionfi sportivi che ci hanno lasciato senza fiato; dalla Nazionale di Roberto Mancini agli Europei di calcio alle notti  olimpiche e paralimpiche, passando per l'adrenalina del Motocross delle Nazioni. Il Canavese, nel suo piccolo, ha aspettato la fine di una stagione indimenticabile per lo sport, per conquistare la leadership dei Campionati regionali di Motocross.

È Andrea Battaglin, rivarese atleta del T&P Technical and Physical Mx Training che, in una rimonta nel fango di un meteo inclemente, è arrivato sul gradino più alto del circuito di Ciglione della Malpensa vincendo sia la gara inter-regionale MX2 sia il campionato piemontese di categoria. «Conquista il tuo sogno» ha detto la mamma al giovanissimo Andrea Battaglin nell'ultima gara, dopo una caduta che poteva valere l'intera stagione che lo ha visto lottare sempre ai vertici della sua categoria. Un'unione sancita tra la famiglia che ha seguito il ragazzo in ogni gara e supportata da Andrea Scabrosi, team manager di T&P e allenatore dell’atleta. Da quel momento al podio è stata fatica e fango.

Quella di Andrea Battaglin è una storia di DNA e forza di volontà: sceso del passeggino pensava alla moto, con lui il papà Ivo appassionato delle due ruote, la mamma Milena e il fratellino Carlo 13 anni, anche lui frequentatore delle piste di motocross. Il Covid, il lavoro, i mille impegni di un giovane uomo non hanno fermato il sogno: Andrea Battaglin è oggi il leader della classifica piemontese che rende il Canavese orgoglioso. Non solo un risultato sportivo ma un traguardo fatto di impegno, passione e dedizione che profuma di futuro e che alimenta, in chiave canavesana, il capolavoro di una generazione che delle difficoltà dello sport fa un percorso motivazionale a cui vale la pena attingere come esempio per tutti i giovani. 

Galleria fotografica

Articoli correlati