Galleria fotografica

FORNO CANAVESE - A tutto gas, accompagnato dal rombo del motore, attraverso un territorio magico, come la Gallura. E’ più che positivo il bilancio per il canavesano Gabriele Priante. La Renault Clio Scacco Matto della Meteco Corse, guidata dal pilota originario di Forno Canavese insieme al navigatore, Mattia Pastorino, ha fatto il pieno di complimenti e soddisfazioni al undicesimo Rally Terra Sarda organizzato dalla Porto Cervo Racing Team. La gara, andata in scena lo scorso week-end, era valida come tappa conclusiva della Coppa Rally di Zona 9, il Ter Series, la nuova serie internazionale di Ter, il Ter - Tour European Rally ed il Ter Historic.

Gabriele Priante si è confrontato, sui 450 chilometri di tracciato dei quali 75 di speciale, con circa 130 agguerriti piloti, collezionando risultati più che lusinghieri: quarto posto, ad un passo dal podio, di categoria e 41esimo assoluto. «Il bilancio è certamente soddisfacente – spiega il pilota canavesano – Siamo andati oltre le aspettative. Non era facile. Il percorso era impegnativo. Le strade del Rally Terra Sarda sono, ovviamente, diverse da quelle piemontesi. Bisogna fare i conti con le insidie della sabbia e salsedine».

«E’ stato un rally molto ben organizzato – conclude Gabriele Priante – Il feeling con la macchina continua a crescere, gara dopo gara. L’assetto trovato è ottimo. Sono stato penalizzato solo da un po’ di mancanza di esperienza. Non ci aspettavamo comunque un risultato così buono. E’ una bella soddisfazione. Per ora, la nostra stagione si chiude qui. Ci prepareremo per il rally del Canavese, il prossimo anno».