CANAVESE - Legambiente lancia l'allarme: il territorio è ancora a rischio per frane e alluvioni

| Delle 301 amministrazioni comunali del Piemonte che hanno risposto all’indagine di Legambiente, soltanto il 22% ha dichiarato di svolgere attività di informazione sul rischio idrogeologico e appena il 35% di aver svolto esercitazioni

+ Miei preferiti
CANAVESE - Legambiente lancia lallarme: il territorio è ancora a rischio per frane e alluvioni
Sono 1131 su 1206 i Comuni piemontesi con aree a rischio frana o alluvione, pari al 93% del totale, con 87 mila residenti in aree a pericolosità idraulica elevata e più di 220 mila in aree a pericolosità media. Questi i numeri che emergono da «Ecosistema Rischio 2016», il dossier annuale di Legambiente che mette in luce quanto sia pesante l’urbanizzazione delle aree più fragili ed esposte a rischio. Il dossier ha l’importante obiettivo di scattare una fotografia sempre più aggiornata e dettagliata delle fragilità idrogeologiche del territorio e di valutare le attività messe in opera dalle amministrazioni locali per la prevenzione e la mitigazione di tale rischio. Delle 301 amministrazioni comunali del Piemonte che hanno risposto all’indagine di Legambiente, soltanto il 22% ha dichiarato di svolgere attività di informazione sul rischio idrogeologico e appena il 35% di aver svolto esercitazioni per affrontare le emergenze.
 
«I primi responsabili della sicurezza del nostro territorio sono i sindaci che purtroppo, come testimoniano i dati di Ecosistema Rischio, nella maggior parte dei casi sono inadempienti sia in termini di azioni per la prevenzione del rischio sia nella gestione delle emergenze - dichiara Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta - ci auguriamo che nei prossimi mesi venga seguito l’esempio di quelle poche amministrazioni che con coraggio stanno rivedendo i propri piani urbanistici, riducendo le aree edificabili, e dando così in modo tangibile un contributo alla salvaguardia del suolo e alla sicurezza collettiva». In Piemonte ben 245 amministrazioni comunali intervistate, pari all’81% del campione, hanno dichiarato la presenza di abitazioni in aree a rischio; 68 comuni, pari al 23%, dichiarano addirittura la presenza di interi quartieri in aree a rischio e il 49% (148 comuni) registrano sul proprio territorio la presenza di attività produttive in aree a rischio idrogeologico. 
 
In Canavese hanno risposto all'iniziativa di Legambiente solo Albiano d'Ivrea, Andrate, Borgofranco d'Ivrea, Bosconero, Caravino, Carema, Castellamonte, Chiaverano, Forno Canavese, Front Canavese, Ingria, Ivrea, Lessolo, Levone, Mazzè, Montalto Dora, Montanaro, Ozegna, Quincinetto, Rivarolo Canavese, Rivarossa, Romano Canavese, Rueglio, Salassa, San Benigno Canavese, San Giusto Canavese, Settimo Vittone, Sparone, Strambino, Tavagnasco, Trausella, Valperga, Vestignè, Vico Canavese e Vische. Le criticità regionali si riscontrano, di fatto, anche nella nostra zona, con centri abitati e spesso produttivi a rischio. 
 
Complessivamente soltanto il 5% (in totale 14 amministrazioni) dei comuni piemontesi intervistati ha intrapreso azioni di delocalizzazione di abitazioni dalle aree esposte a maggiore pericolo e appena nell’1% dei casi (2 comuni tra i 301 che hanno partecipato all’indagine) si è provveduto a delocalizzare insediamenti o fabbricati industriali. Il 75% dei comuni intervistati ha dichiarato invece di svolgere regolarmente un’attività di manutenzione ordinaria delle sponde dei corsi d’acqua e delle opere di difesa idraulica. «Come Legambiente riteniamo sia fondamentale lavorare sia in termini di prevenzione del rischio sia sulla gestione dell’emergenza mentre, ad oggi, sono ancora troppe le amministrazioni comunali in ritardo nelle attività di informazione rivolte alla popolazione - dichiara Francesca Galante, coordinatrice del gruppo di protezione civile di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta - durante le emergenze, se i cittadini sono informati, se sanno cosa fare e dove andare, non si espongono a rischi ulteriori, e la gestione delle criticità è facilitata. Per questo abbiamo deciso di fare la nostra parte ed essere di diretto supporto all’organizzazione e alla rete della Protezione Civile regionale in caso di calamità con un nostro gruppo di protezione civile che lavorerà alla costruzione di conoscenza degli ambienti e delle dinamiche fluviali, anche attraverso attività didattiche nelle scuole e giornate di volontariato per la cura di fiumi e torrenti».
Cronaca
STRAMBINO - Tubercolosi a scuola: controlli estesi anche alle medie
STRAMBINO - Tubercolosi a scuola: controlli estesi anche alle medie
I controlli sono stati allargati a 300 studenti delle medie perché usufruiscono delle stessa mensa della scuola primaria
CANAVESE - Sabato di passione: doppio sciopero del personale Gtt. Stop a bus e treni
CANAVESE - Sabato di passione: doppio sciopero del personale Gtt. Stop a bus e treni
Sabato 17 novembre sono previste due azioni di sciopero che coinvolgeranno il servizio di trasporto pubblico locale. Treni e bus garantiti in Canavese da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30. Previsti ampi disagi
TURISMO - Il Parco Nazionale del Gran Paradiso alla fiera del turismo verde
TURISMO - Il Parco Nazionale del Gran Paradiso alla fiera del turismo verde
Appuntamento a Torino, al Lingotto Fiere, dal 23 al 25 novembre prossimo
CASTELLAMONTE - Scippatore in bicicletta deruba una maestra e la scaraventa a terra in pieno giorno
CASTELLAMONTE - Scippatore in bicicletta deruba una maestra e la scaraventa a terra in pieno giorno
La donna, sorpresa dalla violenza del gesto, non è riuscita ad opporre resistenza ed è caduta violentemente a terra. Ha riportato anche alcune ferite, per fortuna non gravi: è stata medicata al pronto soccorso e dimessa
CANAVESE - La Coldiretti incontra gli agricoltori della zona
CANAVESE - La Coldiretti incontra gli agricoltori della zona
Coldiretti Torino organizza un ciclo di incontri rivolti a tutti gli agricoltori associati per informare dei vari cambiamenti
CASTELLAMONTE - Lampeggiante blu in auto: denunciato 29enne
CASTELLAMONTE - Lampeggiante blu in auto: denunciato 29enne
Il ragazzo, già noto alle forze dell'ordine, aveva applicato il dispositivo sullo specchietto retrovisore di una Citroen C3 bianca
OGLIANICO - Crollano calcinacci dal campanile: attimi di paura in centro - FOTO E VIDEO
OGLIANICO - Crollano calcinacci dal campanile: attimi di paura in centro - FOTO E VIDEO
Intervento dei vigili del fuoco di Ivrea. Purtroppo la torre campanaria necessiterebbe di interventi urgenti per la messa in sicurezza. Interventi che sono a carico della curia di Torino
CASTELLAMONTE - Nonnina di 98 anni investita in centro
CASTELLAMONTE - Nonnina di 98 anni investita in centro
La donna stava camminando in piazza Martiri della Libertà, non lontano dal campanile, quando è stata urtata da una Peugeot
TRUFFE - Attenzione ai nuovi tentativi di phishing attraverso SMS
TRUFFE - Attenzione ai nuovi tentativi di phishing attraverso SMS
Ennesimo tentativo di truffa, i messaggi che potrete ricevere non provengono da un indirizzo dell'Agenzia delle Entrate
OZEGNA-SAN GIORGIO - Incidente stradale, due feriti - FOTO
OZEGNA-SAN GIORGIO - Incidente stradale, due feriti - FOTO
Proprio al confine tra i due Comuni si sono scontrate una Alfa Romeo Giulietta e una Fiat Croma. I feriti a Cuorgnè
Le news del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese
Le notizie del Canavese le trovi su QuotidianoCanavese.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: il Canavese in tempo reale!
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Main Sponsor


Editore