La Sagat, l'azienda che gestisce l'aeroporto Sandro Pertini di Caselle, risponde alle critiche delle ultime settimane e alla possibilità che, visti i tagli previsti di Alitalia e Meridiana, l'aeroporto torinese possa perdere gran parte dei collegamenti diretti con il sud Italia.
 
«Torino resta collegata con il sud poiché le rotte Napoli, Bari, Palermo e Catania sono operate da altre compagnie - dicono da Caselle - l'azienda sta lavorando in questi giorni affinché le frequenze vengano incrementate e nuovi vettori possano aggiungersi, non solo colmando i tagli, ma ampliando l'offerta ai passeggeri. Anche per la Calabria, dove operava esclusivamente Alitalia, siamo impegnati ad introdurre nuove compagnie che possano dare maggiore stabilità ai collegamenti».
 
Sagato conferma che il Torino-Roma, dal 17 settembre, sarà potenziato con l'ingresso di voli plurigiornalieri della compagnia Vueling. «Le rotte da Torino verso il sud registrano costantemente altissimi coefficienti di riempimento e rappresentano una potenzialità per altri vettori. Questo ci rende ulteriormente fiduciosi che i vettori con i quali Sagat sta lavorando saranno in grado di cogliere le opportunità di mercato che si sono delineate negli ultimi giorni».
 
Per Sagat, l'addio di Alitalia «ha contorni anomali poiché, se è legittimo che una azienda possa riorganizzare la propria offerta, il tempo strettissimo intercorso tra le scelte di Alitalia e l'effettiva soppressione delle rotte - un solo mese - pone gli aeroporti in ulteriore difficoltà nel riuscire in brevissimo tempo a garantire, insieme alle compagnie aeree, le esigenze di mobilità di persone e aziende presenti nel proprio bacino di riferimento».

Galleria fotografica

Articoli correlati