Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un utente della strada multato all'aeroporto Sandro Pertini di Caselle. In questi ultimi giorni, complici anche dei guasti, si sono creati diversi problemi alla circolazione e ai parcheggi all'interno dell'area aeroportuale. Forse c'è qualcosa da rivedere... La lettera firmata che pubblichiamo qui sotto è stata inviata anche al sindaco di Caselle, Luca Baracco, al quale è indirizzata.
 
«Gentilissimo Sindaco,
Volevo ringraziarla per il regalo di Natale: proprio ieri ho ricevuto una multa dal vostro corpo di Polizia Municipale, per aver fatto scendere "al volo" mia moglie all'aeroporto. Non andava in vacanza, ma raggiungeva la madre di 91 anni in Sardegna, visto che non stava bene di salute. La multa sarà sicuramente legittima, difatti l'ho già pagata.
 
Lascio alla Sua intuizione pensare se mi avvarrò ancora del Vostro aeroporto, ogni anno sempre più "militarizzato", tra piloni anti sosta, divieti e corsie obbligate. Lei evidentemente è anche un politico e, come tale, capirà che se tanti stanno scappando dal nostro paese, è perché tutto è vietato. Più si aumenta l'imu, più la gente mette in vendita la seconda casa, più si aumentano le zone blu, più la gente scappa dai centri storici ed i negozi chiudono, più si aumentano le multe, più la popolazione soffre ed esprime voto di protesta, come dimostrato ad ogni elezione recente. 
 
Purtroppo non si capisce che sarà proprio non vietando che si potrà essere ancora attrattivi. Quando all'aeroporto si dava a chiunque un'ora di sosta gratuita nel multipiano, tanti disagi non esistevano... Oggi la poca sosta gratuita è limitata ad un piccolo parcheggio sempre esaurito. Per fortuna per andare in Sardegna esiste anche il traghetto...». Lettera firmata.

Galleria fotografica

Articoli correlati