Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Torino ha intensificato i servizi esterni per prevenire e meglio contrastare ogni forma di criminalità predatoria e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nel periodo ormai prossimo delle partenze e che comporta un parziale svuotamento delle città, che comunque rimangono meta di numerosi turisti. Più presenza sul territorio e sulle principali vie di collegamento provinciale, con particolare attenzione alla fascia serale/notturna, grazie anche al contributo di due squadre (10 carabinieri) della Compagnia di intervento operativo del Reggimento Piemonte, che stanno attualmente operando nei quartieri cittadini di Aurora e Barriera Milano, nonché in Chivasso e paesi limitrofi.

Nelle ultime 48 ore fermate 20 persone, tra arresti e denunce, per possesso di droga, furto, ricettazione, armi.  Tra queste anche sei pregiudicati colpiti da ordini di carcerazione. Nel quartiere di San Salvario arrestato uno spacciatore straniero (del Gabon) e 11 gli assuntori segnalati alla locale Prefettura. Scoperto, con l’ausilio di unità cinofile, lungo l’argine del fiume Dora, un “punto di ritiro e consegna” di stupefacente. Sono 20 gli involucri in cellophane contenenti 300 grammi di marjuana sequestrati a carico di ignoti. È il secondo deposito di stupefacenti, utilizzato per evitare i controlli delle forze dell’ordine, che viene scoperto a distanza di pochi giorni dai militari dell’Arma. Ogni segnalazione al 112 di movimenti sospetti potrebbe, quindi, risultare importante per gli investigatori.

Galleria fotografica

Articoli correlati