Ritardi cronici sulla ferrovia Canavesana. Dopo un'altra settimana difficile per i pendolari, il Gruppo Torinese Trasporti che gestisce la linea, annuncia nuovi accorgimenti negli orari, specie per quel che riguarda la tratta Rivarolo Canavese-Settimo Torinese. «I problemi segnalati dagli utenti esistono - ammettono dal Gruppo Torinese Trasporti - ma non si tratta di ritardi cronici. In diverse fasce orarie, infatti, gran parte dei treni partono e arrivano in orario». Il problema, a quanto pare, si ripresenta nelle ore di punta. 
 
«Per ovviare al problema degli incroci nelle stazioni, con l'entrata in vigore dell'orario invernale (da dicembre ndr), dovremmo riuscire a snellire i tempi di attesa», assicurano dall'azienda. Questo dovrebbe permettere ai treni di partire in orario e di non aspettare troppo a lungo le coincidenze dal momento che la tratta funziona a binario unico. «Nelle ultime settimane, purtroppo, ci sono stati anche numerosi guasti - aggiungono da Gtt - e questo ha messo a dura prova i treni. Visti i sistemi di sicurezza, basta una porta difettosa per bloccare l'intero convoglio». 
 
La Gtt ha modificato gli orari solo martedì scorso (dopo una prima revisione a ottobre) per evitare ritardi astronomici e per correggere il tiro sulla tratta Rivarolo-Settimo dove i convogli, non trovandosi sui binari di Rfi, sono costretti a non superare i 70 chilometri orari. Velocità imposta dal Ministero dei trasporti a tutte le linee secondarie dopo il disastro ferroviario in Puglia.

Galleria fotografica

Articoli correlati