Le Ferrovie dello Stato hanno denunciato alla polizia ferroviaria il ritrovamento di sassi sui binari della linea Aosta-Ivrea-Torino. L’episodio si è verificato martedì 22 ottobre, quando il treno 4036 delle 17.28, uno dei nuovi treni bimodali diretto a Torino è stato fermato vicino a Quart dopo l’impatto.

Dopo aver verificato che non fossero stati riportati danneggiamenti il convoglio ha regolarmente ripreso la corsa ed è giunto a destinazione con 35 minuti di ritardo. Sull’episodio sono in corso gli accertamenti della polizia ferroviaria. I nuovi treni bimodali sono entrati in servizio da qualche settimana e hanno creato subito polemiche dopo la segnalazione di malfunzionamenti e ritardi. Non è escluso che l’atto vandalico sia legato a queste polemiche.

I treni bimodali sono entrati in servizio per escludere la rottura di carico alla stazione di Ivrea dove termina la linea elettrificata e i mezzi diretti ad Aosta sono costretti a proseguire con il motore diesel. I bimodali, treni elettrici e diesel, non hanno bisogno di far scendere i passeggeri.

Galleria fotografica

Articoli correlati