Ogni anno in Italia muoiono circa 60.000 persone, una ogni circa 9 minuti, per arresto cardiaco: l’utilizzo di un defibrillatore semiautomatico esterno (DAE) in tempi rapidi riduce notevolmente la mortalità a breve e lungo delle persone colpite da arresto cardiaco. Ma il fattore tempo di intervento è essenziale: le statistiche rivelano che ogni minuto che passa dopo un arresto cardiaco riduce le possibilità di sopravvivenza del 10%.

E’ quindi di vitale importanza che questi strumenti siano il più possibile distribuiti capillarmente sul territorio e che possano essere utilizzati dal maggior numero possibile di persone: la legge oggi permette fortunatamente che chiunque (opportunamente formato) può intervenire con un DAE ripristinando il ritmo cardiaco in totale sicurezza ed in attesa dei soccorsi. Il Comitato di Croce Rossa di Ivrea, nell’ambito di un ampio progetto di prevenzione, ha messo a disposizione due defibrillatori ad altrettante associazioni sul territorio: Associazione Bellavista Libera e Associazione Sportiva Dilettantistica di San Giovanni. Tutto questo grazie alla donazione ricevuta da Onoranze Funebri Garda D’Alberto.

Mercoledì 3 Luglio alle ore 18.30 in Piazza Primo Maggio (presso l’ambulatorio medico) a Bellavista ci sarà la inaugurazione del DAE, il giorno dopo 4 Luglio sempre alle 18.30 si terrà a San Giovanni di fronte all’ambulatorio medico una cerimonia analoga. Durante la cerimonia, cui sono invitati tutti i cittadini, saranno brevemente illustrate le caratteristiche del DAE che sarà ufficialmente consegnato alle Associazioni e quindi disponibile per l’utilizzo. Nell'occasione sarano fornite informazioni sui corsi tenuti dalla Croce Rossa di Ivrea per certificarsi sull’utilizzo dello stesso: per l'utilizzo del defibrillatore è necessaria una specifica autorizzazione con valenza nazionale, rilasciata a seguito di corsi erogati da Enti accreditati come la Croce Rossa di Ivrea (per informazioni a riguardo si può scrivere a formazione@crocerossaivrea.it o telefonare al 3465931675).

I corsi sono a disposizione di tutti i cittadini che vogliano essere pronti a salvare una vita umana in caso di bisogno. «I corsi, tenuti da formatori certificati, sono a pagamento - dice Andrea Maccioni, Presidente della Croce Rossa di Ivrea - Il prezzo del corso è il minimo previsto dal tariffario regionale e sensibilmente inferiore a corsi analoghi che sono disponibili nel mercato. Una scelta dettata dal fatto che per la Croce Rossa prevale la diffusione delle manovre salvavita rispetto alla commercializzazione della formazione».

Galleria fotografica

Articoli correlati