Sei persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Chivasso per il furto di occhiali «Luxottica» per un valore complessivo di oltre un milione di euro. La banda rubava 120 paia di occhiali da sole o montature da vista ogni settimana. I fermati, quattro italiani e due romeni, dipendenti ed ex dipendenti dell'azienda, dovranno rispondere di associazione per delinquere, furto aggravato, riciclaggio e ricettazione. 
 
E' stata la denuncia dei responsabili Luxottica a far partire le indagini. Secondo le indagini, coordinate dalla procura di Ivrea, i furti sono avvenuti nello stabilimento di Lauriano (Torino) e in un magazzino di Peschiera Borromeo (Milano). Gli occhiali venivano rubati nel corso del normale ciclo produttivo, giustificandone l'ammanco come scarto di produzione, e poi rivenduti. Tra le marche preferite c’erano Ray-Ban, Persol e Prada, facili da piazzare sul mercato.
 
Nei guai due dipendenti, Giovanni Alessi 45 anni, di Lauriano e Sandro Agnani, 43 anni, di Cavagnolo. Un ex responsabile della sicurezza, Giuseppe Begani, 51 anni di Venaria, Ovidiu Cosma, 34 anni, di Borgo Ticino, Sergio De Paola, 42 anni di Santa Maria di Sala (Venezia) e Laurentin Dragomir, 37 anni, milanese. L’ordinanza è stata firmata dal gip del Tribunale di Ivrea, Alessandro Scialabba. 
 
Luxottica è un'azienda italiana che produce e commercializza occhiali. È presente in 130 paesi nei cinque continenti ed è la più grande produttrice mondiale di lenti e montature di occhiali. Nel 2012 è risultata essere la prima azienda italiana nel campo della moda per fatturato.

Galleria fotografica

Articoli correlati