È stato presentato oggi a Leinì il nuovo Centro di Distribuzione postale. La sede, in via Valletta 35, è stata progettata e realizzata in modo funzionale e moderno, può contare su 1200 mq di spazio interno e ben 1600 mq di cortile e dispone di attrezzature di ultima generazione che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, come i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, che permettono ai portalettere di ordinare e gestire la corrispondenza più velocemente.

A presentare i nuovi locali Michela Scelza, Responsabile Gestione Operativa Piemonte e Valle d’Aosta. “Presso il nuovo Centro di Distribuzione di Via dell’Industria – precisa la Scelza – lavorano  67 addetti tra portalettere e operatori interni. I volumi su base previsionale annua che questa sede gestirà sono molto importanti poiché si attestano in circa 200mila kg per la corrispondenza “ordinaria” e in circa 700mila invii per la posta a firma e pacchi”.
 
Il bacino territoriale di riferimento per la sede di via Valletta è stato suddiviso in 53 zone di recapito e oltre a Leinì il nuovo Centro di Recapito ha competenza su altri 20 comuni: Barbania, Borgaro Torinese, Caselle Torinese, Ciriè, Fiano, Front, La Cassa, Lombardore, Mappano, Mathi, Nole, Rivarossa, Robassomero, San Benigno Canavese, San Carlo Canavese, San Francesco al Campo, San Maurizio Canavese, Vauda Canavese, Villanova Canavese e Volpiano. Il Centro di Recapito di Leinì ha a disposizione un parco mezzi che comprende 44 auto, 4 motorini e 5 furgoni con i quali quotidianamente i portalettere raggiungono circa 140 mila abitanti, 63.694 abitazioni, 30.386 numeri civici, e  più di 9000 attività commerciali tra uffici e negozi,  percorrendo quasi 1700 km medi al giorno.

Tutti i portalettere sono dotati di palmare e con i loro terminali potranno gestire la corrispondenza ordinaria e a firma in maniera veloce e tracciata portando a domicilio una serie di servizi postali e di pagamento sia per i privati che per i professionisti. Infatti, il destinatario della corrispondenza può pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito del circuito Cirrus/Maestro. Il Nuovo Centro dunque si propone di migliorare la qualità del servizio e dei tempi di consegna anche attraverso nuove strutture, nuovi processi organizzativi e nuove logiche distributive.

Galleria fotografica

Articoli correlati