LEINI - Estorce denaro all'ex convivente e la minaccia di morte fino a quando la donna non trova il coraggio di andare dai carabinieri per denunciare tutto. Un disoccupato di origine romena, residente a Leinì, è stato arrestato dai carabinieri per estorsione. Secondo le indagini dell'Arma avrebbe portato via alla donna, residente a Volpiano, circa 7mila euro.

L'altro giorno, mentre incassava l'ultima rata da 200 euro, ottenuta con minacce di morte e violenze, sono intervenuti i carabinieri con le manette. L'uomo è stato anche denunciato a piede libero per violenza sessuale e atti persecutori. Secondo quanto hanno ricostruito gli inquirenti, i due, dopo un periodo di convivenza a Leinì, si erano lasciati lo scorso febbraio alla fine di una storia di coppia che, evidentemente, non era mai decollata. Solo che l'uomo, 40 anni, già noto alle forze dell'ordine, vuole indietro dei soldi che, secondo lui, la donna avrebbe speso nel corso della convivenza: «Se non mi dai i soldi di taglio la gola».

La donna, che lavora come badante, riesce a rate a pagare 6800 euro poi chiede aiuto ai carabinieri perchè capisce che quella storia non sarebbe mai finita. Domenica l'uomo si è presentato all'appuntamento riempiendo la donna di ingiurie e minacce prima di ottenere l'ennesima rata. Quando si è allontanato a piedi è stato bloccato dai carabinieri che lo hanno arrestato. 

Galleria fotografica

Articoli correlati